dissesti idrogeologici. LA NUOVA FRANA SULL’ARGINE DELL’OMBRONE

Manetti: «Anche questo scascio sarà riparato nel 2017 utilizzando soldi in economia derivanti da altri lavori»
Manetti indica lo scascio sull'Ombrone
Quarrata. Manetti indica lo scascio sull’Ombrone

QUARRATA. [a.b.] In un recente sopralluogo effettuato da Legambiente Quarrata sull’argine dell’Ombrone (in destra idraulica) proprio di fronte alla cassa di espansione B1 della Querciola è emerso chiaramente la pericolosità dovuta al cedimento del terreno arginale all’interno dell’alveo, situazione che si è aggravata con le ultime pioggie.

“Da tempo – ha detto Daniele Manetti di Legambiente – si sta cercando una soluzione per riparare anche questo scascio nel 2017 dopo che sarà passato il periodo invernale. Solo allora si potrà intervenire per apportare le necessarie riparazioni. Come sempre cittadini attenti ci hanno a suo tempo segnalato questa situazione e prontamente ci siamo attivati presso gli enti competenti e in particolare con l’assessore regionale Federica Fratoni.

Il luogo della frana in base alle coordinate goniometriche
Quarrata. Il luogo della frana in base alle coordinate goniometriche

“A tale proposito ci ha assicurato che per risolvere il problema di questa frana verranno utilizzati i soldi in economia derivanti dalle altre opere idrauliche che saranno eseguite sugli argini del Torrente Stella e Torrente Ombrone tramite la delibera della Regione Toscana n. 407 del 2016 e le convenzioni stipulate con i Consorzi di bonifica per la realizzazione degli interventi prioritari di manutenzione straordinaria sulle opere classificate in terza categoria idraulica”.

Per la Piana Quarratina anche con il supporto di Legambiente e dell’associazione per la tutela del territorio, la Regione dopo due riunioni nel 2016 con l’assessore Fratoni ha stanziato una cifra considerevole per il consolidamento dei corpo arginali sia dell’Ombrone che dello Stella con la realizzazione di scogliere fluviali.

“Di questa opera Legambiente – conclude Manetti – parlerà durante il convegno in programma il prossimo 13 dicembre al Polo Tecnologico”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento