DONATI ALL’ARCHIVIO FOTOGRAFICO TOSCANO IL FONDO GUIDO BISORI E IL FONDO RANFAGNI

Sono già in corso interventi conservativi, di digitalizzazione e di inventariazione, con la volontà di renderli presto fruibili e consultabili

Il sito web

PRATO. Il 2021 è stato un anno molto positivo per l’Archivio Fotografico Toscano, che ha visto entrare a far parte delle proprie collezioni due importanti donazioni strettamente legate alla città di Prato: l’archivio fotografico del senatore Guido Bisori e quello dello Studio Fotografico Ranfagni.

Il fondo fotografico appartenuto a Guido Bisori è testimonianza diretta della sua più che ventennale attività istituzionale come senatore e sottosegretario al Ministero dell’Interno, ma anche della sua vita privata e del suo costante impegno volto alla valorizzazione della propria città natale. L’acquisizione comporta indubbiamente un arricchimento per Prato e rende manifesto il forte legame che il senatore aveva con la città e che gli eredi Bisori hanno voluto ribadire attraverso questa donazione.

L’archivio dello Studio Fotografico Ranfagni è stato donato da Pierluca Ranfagni al momento della cessazione della storica attività. Aperto negli anni ‘50 del secolo scorso da Alfredo Ranfagni e rilevato poi dal figlio Pierluca, lo Studio Fotografico ha documentato la storia cittadina in tutte le sue sfaccettature.

Attraverso gli oltre trecento album che compongono il fondo è possibile ripercorrere i grandi cambiamenti culturali e urbanistici, gli usi e le tradizioni, gli eventi mondani e di attualità in un periodo di grandi trasformazioni.

Le fotografie, oltre a essere testimonianza della vita quotidiana, raccontano gli spettacoli dei teatri Metastasio e Politeama, le iniziative dell’Istituto Buzzi, le manifestazioni, le mostre, i campionati di calcio dell’A.C. Prato, le attività del Rotary e del Lyons Club, ritraggono attori, cantanti, politici, studiosi, personaggi pratesi e non che nel corso degli ultimi settanta anni hanno animato la scena culturale.

Sono stati inoltre acquisiti due grandi ritratti fotografici con cornice originale realizzati da un fotografo attivo a Firenze alla fine del XIX sec., donati da una privata fiorentina.

Il Comune di Prato è grato ai donatori per la generosità manifestata, l’Archivio Fotografico Toscano sta già lavorando sia sul Fondo Bisori che sul Fondo Ranfagni attraverso interventi conservativi, di digitalizzazione e di inventariazione, con la volontà di renderli presto fruibili e consultabili.

[comune di prato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email