DONATO A PISTOIA «MICHELANGELO. LA DOTTA MANO»

L’opera, edita dalla Fmr in tiratura limitata, consegnata al Sindaco lo scorso 29 gennaio
Fabio Lazzeri, Samuele Bertinelli, Aurelio Amendola
Fabio Lazzeri, Samuele Bertinelli, Aurelio Amendola

PISTOIA. Donata al Comune di Pistoia l’opera in tiratura limitata “Michelangelo. La dotta mano”, realizzata dalla casa editrice Fmr per celebrare il genio di Michelangelo

Il pomeriggio del 29 gennaio scorso, il sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli ha ricevuto in Palazzo comunale il presidente della casa editrice Fmr, Fabio Lazzari e il fotografo pistoiese Aurelio Amendola per la consegna dell’opera alla città di Pistoia.

Pubblicata in edizione limitata in occasione del 450° anniversario della morte di Michelangelo, l’opera rappresenta un omaggio al grande maestro fiorentino e, in senso più generale, al genio creativo dell’Italia dei secoli d’oro. Il volume si fonda su un corpus iconografico di 88 immagini d’arte che Aurelio Amendola ha realizzato nel corso di un lavoro durato oltre trent’anni, attraverso le quali le opere immortali di Michelangelo vengono interpretate in chiave originale, inedita e di straordinaria contemporaneità.

Alle immagini di Amendola si affiancano i disegni conservati a Casa Buonarroti e i testi di Cristina Acidini e Pina Ragionieri. Completano l’opera due sezioni dedicate rispettivamente al ciclo di affreschi della Cappella Sistina e alla stanza segreta di San Lorenzo, attualmente chiusa al pubblico, nella quale Michelangelo trascorse alcuni mesi della sua tormentata permanenza fiorentina.

Durante l’incontro, il Presidente di Fmr ha sottolineato il significato particolare che l’opera assume come simbolo dello straordinario genio creativo italiano, presupposto fondamentale per riscoprire quell’immenso patrimonio di bellezza di cui l’Italia tutta è proprietaria e che può e deve rappresentare il punto di partenza per una nuova prospettiva di speranza e di rinascita. Di particolare importanza è il fatto che il genio di Michelangelo venga comunicato nella forma del libro d’arte e di pregio, opera d’arte essa stessa, che rinnova nel presente la luminosa tradizione del libro che ha vissuto, nell’Italia del passato, alcuni dei suoi momenti più alti.

Il Maestro Amendola, protagonista negli ultimi mesi di mostre ed eventi artistico-culturali di rilievo internazionale, ha espresso la sua personale soddisfazione per questa consegna alla città che gli ha dato i natali e alla quale si sente particolarmente legato.

Il sindaco Bertinelli ha rivolto il proprio sentito ringraziamento all’editore dell’opera e al maestro Amendola al quale ha così inteso idealmente tributare il riconoscimento dell’intera sua città natale. Il sindaco ha inoltre espresso la volontà di rendere pubblicamente visibile il volume, nell’ambito di un ampio progetto di valorizzazione della cultura che il Comune di Pistoia ha avviato e che rimane una delle ispirazioni di fondo dell’azione amministrativa del Comune di Pistoia.

[quilici – portavoce sindaco bertinelli]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento