DONAZIONE ORGANI E TESSUTI: PRIMATO A PISTOIA

Organi, tessuti e trapianti
Organi, tessuti e trapianti

PISTOIA. “È grazie alla solidarietà degli abitanti della Provincia di Pistoia se la Asl 3 di Pistoia risulta essere ai primi posti in Toscana nella donazione di organi e tessuti. Il senso di generosità ed altruismo, insieme all’impegno degli operatori sanitari anche nel 2013, ha contribuito ad aiutare molte persone affette da gravi patologie croniche”.

Così ha commentato il dottor Eufrasio Girardi, coordinatore aziendale donazione organi e tessuti, l’importante lavoro svolto da tutto il personale dell’azienda, sostenuto delle associazioni di volontariato, per raggiungere l’obiettivo regionale nel compensare la carenza di organi e tessuti, rispetto alle necessità dei pazienti in lista di attesa.

“L’organizzazione e la qualità del processo – ha aggiunto – , ormai avviati da anni, nei nostri ospedali, unite al senso di civiltà della popolazione pistoiese ci hanno fatto progressivamente migliorare in un ambito di sicura importanza per migliorare la qualità della vita di molte persone”.

In particolare nei dati di valutazione diffusi dal Laboratorio Management e Sanità della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, la Asl 3, si colloca ai primi posti a livello regionale. Nel corso del 2013 è, infatti, al terzo posto in Toscana per il prelievo del multitessuto (osseo, cute e altro) con 11 donazioni, al secondo posto con 64 donatori di cornee (128 prelievi) e al primo posto assoluto con 485 donazioni di sangue cordonale, la raccolta che viene effettuata al momento del parto.

Grazie a questa specifica donazione possono essere raccolte le cellule staminali emopoietiche per curare pazienti, anche pediatrici, affetti da gravi malattie come la leucemia. Si tratta di una risorsa terapeutica di grande importanza che testimonia anche l’alto livello di informazione e sensibilizzazione della popolazione residente nella provincia pistoiese. Determinante, a questo proposito, il contributo delle associazioni locali Rotary Club e Fidapa nella promozione e nella realizzazione delle specifiche iniziative finalizzate a tale scopo.

“È importante sottolineare che se rapportiamo il numero di abitanti della provincia pistoiese rispetto al dato aggregato delle donazioni di sangue cordonale dei due punti nascita di Pistoia e Pescia possiamo affermare come la popolazione pistoiese sia in Italia tra quelle che più generosamente aderiscono alla donazione del sangue cordonale”, ha fatto sapere la dottoressa Letizia Lombardini, responsabile del centro nazionale trapianti complimentandosi con gli operatori della Ausl 3 coinvolti nel processo per l’impegno e l’alta professionalità.

Valeria Marchesin Bono, presidente della sezione toscana Adisco ha invece ringraziato soprattutto le ostetriche dei punti nascita “le quali – ha detto – nonostante si trovino spesso a svolgere il loro lavoro anche in condizioni di oggettiva difficoltà non mancano mai di profondere il loro impegno affinché ogni vita che nasce possa offrire una speranza per un futuro migliore a chi lotta ogni giorno col proprio domani”.

Il coordinamento aziendale donazione e trapianti, in collaborazione con la unità operativa aziendale educazione alla salute ed Aido e i referenti scolastici ha svolto opera di informazione e sensibilizzazione alla donazione con numerosi incontri: nel corso dell’anno scolastico 2013-2014 sono stati incontrati circa 1500 studenti degli istituti di ogni ordine e grado.

L’azienda ringrazia tutto il personale per la professionalità e la dedizione dimostrata nel supportare questo importante settore della donazione e in particolare la unità operative di rianimazione, l’area materno infantile, i blocchi operatori, il personale della rianimazione, del 118 e della morgue. 

[ponticelli – asl3]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento