DOPPIO PODIO PER MASINO MOTORSPORT AL VALDINIEVOLE

La struttura di Lamporecchio festeggia, nella gara di casa, il secondo posto in S1600 con Masi-Cintolesi (Renault Clio) ed il bronzo in N3 con Corsi-Fagni (Renault Clio RS). Al traguardo anche Iozzia-Brachi, sesti di A7 con la Renault Clio Williams

Masi-Cintolesi (Foto Thomas Imagery)

LAMPORECCHIO. È un bilancio molto positivo quello che Masino Motorsport può stilare alla fine della gara di casa, il 36° Rally Valdinievole e Montalbano. Sugli asfalti che hanno caratterizzato il rally toscano, accompagnato da una due giorni di sole quasi estivo, più che primaverile, la squadra presieduta da Enrico Masi si è schierata con tre vetture, portandole tutte al traguardo e celebrando due podi di classe.

Ottima medaglia d’argento, nel contesto della classe S1600, per Gianfranco Masi e la lucchese Sabrina Cintolesi, all’esordio con la Renault Clio. L’alfiere di Jolly Racing Team, anche 20° assoluto, ha così coronato nel migliore dei modi il sogno di correre con la muscolosa vettura transalpina, costruendovi il feeling con l’evolversi della gara. Soltanto un testacoda gli ha impedito di issarsi ancor più in alto nella classifica assoluta, ma il sorriso in volto al traguardo raccontava molto del divertimento avuto al volante.

Iozzia-Brachi (Foto Thomas Imagery)

Sul gradino più basso del podio, per quanto riguarda la classe N3, è giunto Maurizio Corsi, affiancato da Fabio Fagni sulla Renault Clio Rs. Anch’egli portacolori di Jolly Racing Team, scuderia organizzatrice del rally, Corsi si è inserito subito nella lotta per il vertice di classe, grazie anche alle potenzialità della vettura a sua disposizione, salvo poi venir rallentato, a metà gara, da un problema meccanico, prontamente risolto dai meccanici di Masino Motorsport in assistenza. Nelle ultime due prove è quindi partita una rimonta furente, conclusasi appunto con il terzo posto di classe.

Soddisfazione per aver raggiunto il palco di arrivo, a Larciano, anche per Donato Iozzia e Simone Brachi, alla prima collaborazione in abitacolo e con il pilota che tornava al volante dopo ben 9 anni. L’esponente di Art Motorsport 2.0 ha ritrovato la Renault Clio Williams A7, improntando le prime fasi di gara per capire la vettura e togliersi di dosso la ruggine dei tanti anni di attività, crescendo con il passare dei chilometri e facendo segnare, nell’ultima prova speciale della gara, un interessante 17° tempo assoluto, che lo ha fatto risalire fino al sesto posto di classe.

“Siamo molto felici di aver portato al traguardo tutte le nostre vetture e dei due podi ottenuti – le parole di Enrico Masi, titolare di Masino Motorsport – Sapevamo che fare tripletta sarebbe stato molto difficile, ma questo “ambo” va più che bene. Mio zio Gianfranco ha coronato un sogno, e con una vettura molto professionale com’è la S1600 ci ha stupito, andando oltre le nostre aspettative. C’è un po’ di rammarico per come si è evoluta la gara di Corsi, che senza il problema accusato poteva certamente fare bottino pieno in N3. Fortunatamente siamo riusciti a risolverlo subito in assistenza, permettendogli di recuperare, almeno in parte, quanto perso. In ogni caso, si è trovato molto bene con la nostra Clio RS, esprimendoci la volontà di proseguire con la nostra struttura, e questo ci onora. Un bravo anche a Iozzia, non è semplice tornare a correre dopo 9 anni, con una vettura tosta come la Williams, ed esprimersi subito al massimo. In A7, poi, c’era molta concorrenza e qualità, circostanze che danno ancor più valore al suo risultato.”

Corsi-Fagni (Foto Thomas Imagery)

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email