E DE MAGISTRIS TUONÒ: «SI DIMETTANO I GIUDICI!»

Luigi De Magistris: si fa così
Luigi De Magistris: si fa così

DOVEVA ACCADERE, prima o poi, ed è accaduto.

L’ex magistrato De Magistris, Sindaco di Napoli, condannato ad anni uno e mesi tre per abuso d’ufficio, da perfetto compagnuccio della parrocchietta (leggi catto-comunista) si ribella alla Legge Severino perché tocca lui e, benché condannato, non intende sospendersi dall’incarico. Arriva al punto di dire: “Non lascio. Si dimettano i giudici”.

Avete letto bene, ha detto proprio così, e la lobby chiamata Associazione Nazionale Magistrati si limita a un riprovevole dissenso e lì si ferma. Perché nonostante tutto il De Magistris è uno di loro e se certe espressioni le avesse usate un comune mortale, una bella denuncia per vilipendio della Magistratura non gli sarebbe stata risparmiata dal solerte De Magistris di turno, quando svolgeva le sue togate mansioni.

Così va l’Italia, a doppia mandata: da una parte loro, politici di carriera, magistrati-politici (a partire da Scalfaro), avvocati-politici (cioè disponibili a qualsiasi compromesso) e peones (che non contano nulla) che hanno “intasato” il Parlamento e dall’altra voi, il popolo zitto e cheto.

Così è se vi pare e se un frescone di turno che chiamano il Bomba pensa, a parole, di riformare questa Italia, che è nata Italietta e tale morirà per motivi genetici, giù legnate anche a lui! Sono partiti da “il su’ babbo” ed è solo l’inizio.

Re Giorgio I che lì lo ha messo (il Bomba) sarà pronto (tempo permettendoglielo) di fare come fece con i democratici carri armati dell’Unione Sovietica in Ungheria, che prima applaudì spellandosi le mani e solo dopo vari decenni sconfessò?

Avete capito perché questa Italia, che è una Italietta, non ha scampo?

Chi di De Magistris ferisce di De Magistris perisce. Così è se vi pare. E soprattutto anche se non vi pare.

Vedi: http://www.corriere.it/cronache/14_settembre_26/grasso-la-legge-severino-va-applicata-anche-de-magistris-8d10801e-455c-11e4-ab4c-37ed8d8aa9c2.shtml

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento