eccellenze. DA MONTEMURLO UNA AMBULANZA SPECIALE PER PAPA FRANCESCO

Nella foto il taglio del nastro della Pegaso-Olmedo con il maresciallo Giangrande, il sindaco Lorenzini e i dirigenti dell’azienda.

MONTEMURLO. Una piccola azienda, con appena quattro dipendenti, ma con clienti molto “particolari”. È la Pegaso Design di via Palermo a Montemurlo, specializzata nell’allestimento di veicoli speciali come le ambulanze, i mezzi per i servizi sociali delle associazioni di volontariato, le auto per le persone disabili e quelle della polizia locale.

Una piccola eccellenza del territorio che vanta tra i suoi clienti più prestigiosi niente meno che Papa Francesco, per il quale l’azienda montemurlese ha attrezzato un’ambulanza personale, che segue il Santo Padre in tutti i suoi spostamenti.

L’azienda nasce nel 2005 dall’esperienza di Ignazio Argentino, 48 anni e da quella del suo socio Massimiliano Borsacchi, 42 anni, che hanno aperto questa officina, dove entrano anonimi veicoli vuoti e ne escono mezzi sanitari attrezzati di tutto punto, con apparecchiature elettro – medicali, dispositivi per favorire la guida ai disabili o per consentirne il loro trasporto sui mezzi delle associazioni di volontariato, tutto calibrato secondo le esigenze dei clienti.

Un’azienda che cura personalmente ogni fase dell’allestimento dei mezzi, dalla progettazione alla realizzazione e che nel tempo si è affermata sul mercato, tanto da aver suscitato l’interesse di un grande gruppo del settore, Olmendo spa, che recentemente ha incorporato la società montemurlese, considerata “strategica” in Toscana.

Uno dei mezzi attrezzati dalla azienda montemurlese

Stamani l’inaugurazione ufficiale, con il taglio del nastro, dell’entrata nel nuovo gruppo, alla quale ha preso parte anche il maresciallo Giuseppe Giangrande, medaglia d’oro al valore civile, insieme alla figlia Martina.

« La collaborazione con Olmedo spa per noi è un grande vantaggio, soprattutto in termini commerciali, perché lavorare con un grande gruppo alle spalle significa avere maggiore capacità di sviluppo — spiega uno dei due soci della Pegaso, Ignazio Argentino — ma nulla cambierà per noi e per i nostri dipendenti.

Per noi è importante continuare a lavorare a Montemurlo, su un territorio che è governato da un’amministrazione pubblica che funziona».

Anche il sindaco Mauro Lorenzini, questa mattina ha fatto visita all’azienda, in occasione dell’open day, che ha visto anche la presentazione dei nuovi veicoli prodotti dal gruppo ed ha detto: « La Pegaso – Olmedo è la dimostrazione della vivacità del tessuto produttivo montemurlese, anche al di fuori del tessile. Una piccola azienda che nel tempo è stata capace di creare occupazione ed esprimere eccellenza nella produzione di mezzi “speciali”.

Non posso quindi che esprimere soddisfazione anche per la notizia della sua acquisizione da parte di un grande gruppo come la Olmedo, che testimonia l’importanza e la strategicità per la Toscana di questa azienda “made in Montemurlo”».

L’operazione garantirà un presidio produttivo per le ambulanze, in un’area, la Toscana, considerata a livello nazionale strategica, poiché caratterizzata dalla presenza di oltre 700 associazioni dedite ad attività sociali quali l’assistenza e gli interventi di emergenza.

“Un progetto — conferma Luca Quintavalli, vice presidente del Gruppo Olmedo — che avvalora i piani di sviluppo volti al consolidamento capillare e che mira all’introduzione dei prodotti del Gruppo attraverso le eccellenze locali».

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento