ECCIDIO PADULE DI FUCECCHIO, COMMEMORAZIONE UNITARIA

Il ministro Pinotti
Il ministro Pinotti

PONTE BUGGIANESE. Nell’anno in corso il Comune di Ponte Buggianese ha ospitato la Commemorazione unitaria dell’Eccidio del Padule di Fucecchio ed ha previsto alcune iniziative per mantenere viva la memoria della Strage perpetrata il 23 agosto 1944.

Tali manifestazioni vedono interessati i cinque Comuni teatro del barbaro evento (Ponte Buggianese, Monsummano Terme, Larciano, Fucecchio e Cerreto Guidi), che ciclicamente organizzano le celebrazioni nei vari “Luoghi della Memoria”, con il coinvolgimento anche dei territori limitrofi e degli enti regionali e provinciali.

Quest’anno si è voluto dare particolare significato alla presenza dei giovani ed abbiamo programmato due iniziative da svolgersi successivamente all’inizio dell’anno scolastico.

La prima prevista per la sera del 23 settembre, alle 21 consiste in una rappresentazione teatrale degli alunni dell’istituto comprensivo “Don Lorenzo Milani” di Ponte Buggianese dal titolo “I custodi della Memoria”.

Bernard Dika, del Parlamento degli studenti toscani
Bernard Dika, del Parlamento degli studenti toscani

La manifestazione conclusiva si svolgerà il 24 settembre, alle 9, dal titolo “Giovani… e Memoria”, in collaborazione con il Parlamento regionale degli studenti della Toscana ed il coinvolgimento delle scuole del territorio.

A questa manifestazione parteciperà il ministro della Difesa Roberta Pinotti.

Il programma della manifestazione prevede, dopo il saluto del ministro, la testimonianza dei superstiti dell’Eccidio in un confronto aperto con gli studenti animato dal giornalista Raffaele Palumbo.

Tutte e due le iniziative si svolgeranno ad Anchione – Ponte Buggianese, alla “Dogana del Capannone” che ospita il Centro di Documentazione dell’Eccidio.

Dichiarazione di Bernard Dika, presidente del Parlamento regionale degli studenti della Toscana:

“Spesso noi giovani veniamo visti come malati di indifferentismo verso tutto ciò che ci circonda, ma non è assolutamente così e lo dimostreremo con questa iniziativa, dove ci mettiamo a confronto con i superstiti della strage per fare della memoria un valore condiviso senza rimanerne prigionieri, ma facendone un monito per le nostra generazione per un Europa di pace e di libertà.

Vogliamo essere non solo custodi ma militanti della memoria, ce lo chiede il futuro e al futuro non si può dir di no”.

In allegato i volantini degli eventi

custodi-della-memoria-23-settembre

giovani-e-memoria-24-settembre

[pier luigi galligani]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento