economia civile. CAMPI BISENZIO PRIMO LABORATORIO IN ITALIA

Sviluppo sostenibile e partecipazione. Il sindaco Fossi: “Un’opportunità concreta per il territorio”. Mercoledì incontro “Il distretto dell’economia civile si racconta”. Dal 16 novembre al via la seconda edizione del Festival
La locandina

FIRENZE. Ambiente, condivisione, rispetto per il territorio, sono alcuni degli aspetti che rendono l’economia “civile”. E Campi Bisenzio diventa la prima città italiana a sperimentarla, in un vero e proprio distretto.

Alla prima edizione del Festival dell’economia civile, organizzato da Comune di Campi Bisenzio con Anci Toscana, Legambiente e Scuola di economia civile, hanno partecipato più di mille persone e si è dato il via ad un progetto nazionale: Campi ne è diventata la casa e, per prima, ha scelto di mettere in pratica i concetti di sviluppo sostenibile e inclusivo. Come ha fatto a San Donnino, con un progetto di rigenerazione urbana che ha coinvolto l’Università e i tecnici del comune.

 

“Cambiare partendo dai reali bisogni sociali si può. Il distretto è nato per questo — ha detto il sindaco di Campi, Emiliano Fossi — per dare corpo e gambe ad un progetto di economia civile, sostenibile e partecipata. Non sono discorsi vuoti, ma concrete opportunità di crescita sociale.

Nella scorsa edizione del Festival abbiamo messo le basi a qualcosa che sta crescendo e Campi ne è il laboratorio nazionale. Un percorso decisionale innovativo, che parte dall’ascolto e coinvolge immediatamente, senza ulteriori passaggi, le amministrazioni”.

In vista della seconda edizione, dal 16 al 18 novembre, son già pronti i tavoli di discussione sui temi chiave. Il metodo di lavoro è semplice, ogni tavolo è coordinato da un soggetto segnalato dal gruppo e partecipano realtà locali e nazionali dei 5 sistemi di riferimento: istituzioni, attori economici, società civile, scuola-università e cittadini. Quattro i tavoli: welfare e comunità; rigenerazioni di luoghi e spazi di comunità; nuovi modelli energetici; lavoro, giovani e formazione.

Il progetto verrà presentato mercoledì 27 settembre alle ore 16.30 nella sala Oriana Fallaci della Città Metropolitana di Firenze (in Via de’ Ginori 10), nel corso dell’incontro “Il distretto dell’economia civile si racconta”

A seguire, dalle ore 18, il sindaco di Campi Bisenzio Emiliano Fossi, il direttore della Fondazione Finanza Etica Simone Siliani e il direttore del mensile La nuova ecologia Enrico Fontana presenteranno il libro “Alla scoperta della green society”, insieme all’autore Vittorio Cogliati Dezza. Il primo rapporto nazionale sull’Italia sostenibile: 101 storie che descrivono cambiamenti concreti e innovazione sociale.

[d’acunto/baracchi — gallitorrini]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento