elezioni serravalle. CIVICI PUNTELLATI DAI PARTITI? UN BEL CONCILIARISMO DA P-UNITI

«Il novus ordo seclorum o nuova merda mondiale del potere ridurrà tutti a cacca pestata per via»


Dinanzi a tutta questa montatura, solo ci resta la canzonatura


 

Rappresentazione grafica della proposta «Giunta dei Civici appoggiati di destra di Serravalle»

 

Non so se a Federico Gorbi e all’Elena Bardelli, che fùnno in classe insieme, gli abbia insegnato filosofia Carlo Lapucci o un chicchessìa. Ma se fosse stato lui, l’amico delle mille e una risata, scanzonato e simpatico, non credo che non gli abbia mai parlato della teoria dei simili in Platone.

A Porretta, una vera professoressa di scienze, la Rita, altrettanto scanzonata, mi ha sempre detto: chi si somiglia, si piglia.

Non vorrei essere stronzo come di solito sono, ma come si fa a non essere stronzi a guardare questi Minestroni Tradizione Surgelati Findus?

Cinque anni fa dissi e scrissi che la conquista del castello di Castruccio se c’era stata da parte di Piero, ciò era avvenuto solo per caso. Stacco: 6 voti, ma posso sbagliare.

La stessa cosa si ripresenta oggi. Gli ingredienti del Minestrone Tradizione Findus ènno gli stessi: il Dna ce lo mettono i genitori, cioè il senatore La Pietra e la signora Sonia Pira, quella, per la cronaca, che ha con sé – e lo scopra da sé – chi scrisse di lei, in un commento che mi fece guadagnare una delle sue bizzose/stizzite/ridicole querele «Pira di nome e di fatto».

Entrambi questi due genitori soffrono, a mio parere, di democristianismo filo-catto-com, visti i risultati genetici. Ma oggi è la generazione degli ibridi, a cominciare dalle auto.

Tra la vergogna del senator La Pietra, che passa la Bardelli all’affettatrice (ogni poco lui s’innamora di qualcuno/a e ràzzola per imbarcarlo – a Quarrata, per esempio, l’Irene Gori); e il disorientamento della Pira, che si sente perseguitata dalle buGGGìe, come dice lei con 3 G (se continua arriverà però anche al 5 G, fibra ottica compresa) e che – come dicevano i suoi iscritti scappati (ben 11 consiglieri, mica fagioli del galletto!), per camminare per Montecatini e Pistoia è costretta a accendere il navigatore sul suo cellulare: in mezzo a tutto questo ecco spuntare la nuova Giunta Giardiniera o, come dicevo, il Minestrone Tradizione. Se gli dànno una frullata, ne esce una vellutata di un-si-sa-cché, color verdiccio erba.

L’Italia ce l’ha insegnato: far ridere non è un reato

Drento – come dicevano gli antichi – c’ènno di destra, di centro, di sinistra, di sopra, di sotto, di mezzo. Non meglio, certo, certe altre campionature locali, come la lista di Rifondazione. Ne parlerò a parte: la Romani credo che meriti una menzione speciale. Con lei, niente più inquinamento nei pozzi di Casale, perché il crollo della galleria 2 del treno degli scoiattoli farà seccare la falda. Menzione anche insieme al Daghini, che è una bravissima persona, ma che rappresenta se stesso.

Fatta fuori la Bardelli, tutti bravi e tutti belli. A mio avviso a perdere il Comune per altri 70 anni.

Meno male che presto, grazie al 2 x 4 Napolitano-Mattarella (entrambi bissati alla presidenza, mentre sarebbero dovuti finire ina-bissati per oltraggi multipli e ripetuti all’Italia con i loro attentati alla Costituzione); meno male che presto il novus ordo seclorum Biden/Bidet-Soros-BillGates e vai-col-tango, o nuova merda mondiale del potere, ridurrà tutti a cacca di vacca pestata per via.

Io, fortunatamente, non ci sarò più. Ma Federico Gorbi mi ha promesso che verrà al cimitero di Lucciano a dirmi, dinanzi alla lapide che chiuderà l’urna delle mie ceneri, «carissimo… hai sempre avuto raGGGione!».

Le 3 G sono a lode e gloria della Pira e del suo santo nome leghista. Amen.

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email