elisoccorso-san marcello. FABBRI FDI: “BASTA SPERPERARE SOLDI PUBBLICI”

“Se la scusa è l’elisoccorso allora facciamo una piazzola vera dotata di radio faro e soprattutto che possa permettere al Pegaso di atterrare in Montagna con qualsiasi condizione atmosferica di giorno e di notte”
Giorgio Fabbri

SAN MARCELLO. Ho seguito in streaming il consiglio comunale del 17 febbraio e nella relazione dell’assessore Bianchi, apprendo che il Comune ha inserito in bilancio ancora soldi per il campo sportivo Severmino.

Si dice che sbagliare è umano, ma perseverare è diabolico: dovrebbero pensare di dire basta a questo accanimento terapeutico in quel pezzo di terreno, non esiste più il campanilismo: non è vero?

Lo abbiamo cancellato votando la fusione, oppure l’amministrazione, insieme ad Asl e Pd deve ancora dimostrare di non averci raccontato balle fino ad oggi? Le soluzioni possono essere molteplici, ma basta sperperare soldi pubblici!

Anche perché se le relazioni degli agronomi, interpellati dal Comune, attestano che il lavoro fatto sul campo è stato sbagliato perché non chiedere i danni alle ditte che hanno lavorato su quella palude? (si potranno conoscere queste perizie? Mah!).

La Sistemi Biologici srl di Tana Termini (51% di Cosea) fallisce, e i soldi per pulire e sistemare li mette il Comune e la Regione, il Campo sportivo È fatto male, e il Comune ripaga!

A me qualcuno questa cosa l’ha dovrà spiegare.

Se la scusa è l’elisoccorso allora facciamo una piazzola vera dotata di radio faro e soprattutto che possa permettere al Pegaso di atterrare in Montagna con qualsiasi condizione atmosferica di giorno e di notte.

Campo sportivo di San Marcello

Questa è una soluzione concreta, non quella che ci hanno propinato e che non servirà alla gente di quassù.

Per il campo sportivo sarebbe bene costruirlo da un’altra parte magari ingrandire il sito sportivo di Gavinana, facendolo diventare un vero polo sportivo visto che nelle vicinanze ci sono anche i campi da tennis, non manca nemmeno il parcheggio e vi si possono costruire anche le tribune rendendolo così funzionale e completo.

E’ vero che guardare indietro non serve a niente e non può far cambiare le cose, ma ogni tanto sarebbe bene farlo solo per ricordare come era la nostra Montagna, e com’è adesso.

Il campo sportivo Severmino può essere un bell’esempio dello scempio fatto in tutti questi anni, ma l’elenco sarebbe lungo (ospedale, ex-Maeba, Le Ginestre, sale cinematografiche, la casetta Pulledrari ecc. ecc…), da una sinistra che ha pensato solo e soltanto ad occupare tutti i posti di potere usando i soldi pubblici per il loro tornaconto personale.

Contenti noi…

Giorgio Fabbri
Fdi San Marcello Piteglio

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento