EMANATA UNA NUOVA ORDINANZA PER TUTELARE LA QUALITÀ DELL’ARIA

Rimarrà in vigore fino a domenica 30 gennaio

Qualità dell’aria

PISTOIA. È stata emanata dal Comune di Pistoia una nuova ordinanza, dopo quella dello scorso 20 gennaio, per tutelare la qualità dell’aria e contrastare l’attuale valore di polveri sottili (Pm10).
Il provvedimento, in vigore fino al 30 gennaio, ha lo scopo di ridurre la concentrazione media giornaliera di polveri sottili (che viene rilevata dalla centralina di monitoraggio ubicata a Montale) ed è stato adottato in conformità alle direttive della Regione Toscana.

Nello specifico, l’ordinanza vieta l’utilizzo di legna nei camini aperti o nelle stufe tradizionali qualora nelle abitazioni siano presenti sistemi alternativi di riscaldamento, con la deroga per le aree non metanizzate. Inoltre, la disposizione comunale invita a contenere i consumi energetici, evitando inutili sprechi, nella gestione degli impianti di riscaldamento (attraverso una corretta regolazione degli orari di accensione e il controllo della temperatura massima); negli spostamenti, ridurre l’uso delle auto ricorrendo il più possibile a mezzi di trasporto alternativi e non inquinanti.

L’ordinanza rientra tra le misure previste per il cosiddetto periodo critico dal Piano comunale di azione (PAC) per il risanamento della qualità dell’aria, redatto dal Comune di Pistoia.
Inoltre, fino al 31 marzo è in vigore il divieto di accensione di fuochi e abbruciamento all’aperto di sfalci, potature, residui vegetali o altro, nelle aree poste a quota inferiore a 200 m s.l.m.

Altre informazioni sulla qualità dell’aria sono disponibili nell’area tematica ‘Ambiente’ presente sul sito del Comune di Pistoia, dove è possibile consultare anche il testo integrale dell’ordinanza.

[comune di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email