EMERGENZA FREDDO: UN PASTO E UN LETTO PER CHI NON SA DOVE ANDARE

L'albergo popolare
L’albergo popolare

PISTOIA. Per far fronte all’emergenza freddo, il Comune di Pistoia in collaborazione con la Caritas diocesana e il consorzio Co&So, mette a disposizione di quanti si trovano in una situazione di difficoltà abitativa posti letto, punti di ristoro e di ascolto.

Due le strutture pronte a ospitare per la notte 26 persone, anche se non residenti a Pistoia. Si tratta del piano terra dell’albergo popolare di via Cancellieri che è in grado di accogliere fino a 11 persone (8 uomini e 3 donne) e dell’ex convento Cappuccini in via degli Armeni, con ingresso da viale Matteotti 11, che mette a disposizione 15 posti (11 per gli uomini e 4 per le donne). Le strutture offriranno ospitalità fino a esaurimento dei posti disponibili. Lo scorso anno, tale servizio è stato fruito da 25 persone, che hanno così potuto trovare risposta a un loro bisogno primario.

Per avere accesso all’albergo e all’ex convento è sufficiente presentarsi all’ingresso e fornire un documento di riconoscimento o il permesso di soggiorno validi, accettando le norme di comportamento stabilite dall’apposito regolamento. Nel caso in cui i documenti fossero stati smarriti, sarà sufficiente esibire una fotocopia degli stessi. Al momento dell’ingresso nelle strutture, gli ospiti dovranno consegnare all’operatore i propri bagagli, che verranno custoditi in un apposito locale.

Alla sera, gli utenti possono accedere ai posti letto in un arco temporale che va dalle 19 alle 22 per l’albergo popolare e dalle 20.30 alle 22 per l’ex convegno Cappuccini, mentre al mattino le strutture dovranno essere lasciate entro le 8.30. Il servizio è a disposizione anche di coloro che sono seguiti dai volontari dell’associazione “Raggi di speranza”, che ogni sera portano assistenza e distribuiscono pasti, coperte e indumenti nei pressi della stazione.

La permanenza nei dormitori potrà prolungarsi per quindici giorni, al termine dei quali sarà necessario un’interruzione di almeno una settimana. Non saranno ammesse persone in evidenti condizioni psicofisiche alterate dovute ad abuso di alcol e stupefacenti.

La mensa don Siro Butelli in via San Pietro
La mensa don Siro Butelli in via San Pietro

Oltre a strutture di ospitalità notturna, chi si trova in situazione di disagio può consumare un pasto caldo rivolgendosi alla mensa “don Siro Butelli” che, ad oggi, serve circa ottanta pasti al giorno. Aperta tutti i giorni dell’anno, sia a pranzo che a cena (esclusa la domenica sera), la struttura di via San Pietro 36 resta aperta dalle 10 alle 13 e dalle 17.30 alle 20. Gli ospiti dei dormitori vi possono accedere direttamente. In questa sede, a disposizione di quanti ne avessero necessità, è stato attivato anche uno sportello di ascolto dedicato ad attività di orientamento e accompagnamento ai servizi, a disposizione il lunedì e il giovedì dalle 10 alle 13. Per informazioni chiamare il numero 0573 976526.

Inoltre, il centro “Mimmo” è a disposizione di coloro che hanno bisogno di vestiario o coperte. La struttura, che si trova nel vicolo del Bottaccio 19, è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12. Nei giorni di chiusura del centro è possibile rivolgersi direttamente agli operatori della mensa “don Siro Butelli”. Per maggiori informazioni rivolgersi al numero 0573 27074.

Ulteriori informazioni possono essere fornite dai servizi sociali, chiamando il numero 0573 371400, e dal coordinamento dei servizi Caritas Diocesana di Pistoia situato in via Puccini 36, al numero 0573 976133.

[balloni – comune pt]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento