emergenza neve. IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA RINGRAZIA LE FORZE IN CAMPO

Operativo il Tavolo di coordinamento. Richiesto alla Regione lo stato di calamità

L’intervento dei vigili del fuoco all’Abetone

PISTOIA-MONTAGNA. L’ondata di maltempo di questi giorni ha imposto la necessità di uno sforzo interistituzionale eccezionale.

Per far fronte ai gravi danni provocati dai picchi di neve caduti sulla nostra montagna è stato necessario il concorso operativo dei Comuni, della Protezione civile, dell’Anas, dei Vigili del Fuoco, delle Forze dell’Ordine, degli Operatori della telefonia, della stessa Provincia e del prezioso mondo dell’Associazionismo locale.

“Ognuna delle forze in campo ha giocato un ruolo determinante in virtù della diversità dell’apporto garantito e delle specificità delle prestazioni assicurate. Oggi, pienamente consapevole di non essere ancora fuori dai rischi del meteo, sento il dovere di rivolgere, tramite la stampa, un ringraziamento pubblico agli uomini e alle donne che hanno prestato la loro preziosa opera nel soccorso e nel supporto alle comunità della montagna, colpite da una quantità di neve che non cadeva da decenni” fa sapere il Presidente Marmo.

Le previsioni meteo annunciano una nuova ondata di maltempo. Per contrastare al meglio le eventuali criticità, causate da nuove precipitazioni, previste anche a bassa quota, è stato attivato il Tavolo di gestione dell’emergenza. Coordinato dalla Regione Toscana ne fanno parte la Provincia di Pistoia, la Provincia di Lucca, i Comuni interessati, la Protezione Civile. Scopo del Tavolo coordinare forze, mezzi ed individuare tutte le risorse umane e materiali per la gestione dell’emergenza neve.

La Provincia e i Comuni hanno richiesto alla Regione lo stato di calamità.

[provincia di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email