empoli. DA VALDAMBRINO A BILL VIOLA

Il Santo Stefano di Francesco di Valdambrino

EMPOLI. In pochi giorni il Cenacolo degli Agostiniani ospiterà due conferenze che faranno luce sul nostro patrimonio artistico.

Primo appuntamento oggi sabato 18 marzo, alle 17.30, con Marco Campigli protagonista della nuova data del ciclo I luoghi della città. Incontri per la conoscenza del patrimonio di Empoli; mentre giovedì 23 marzo, alla stessa ora, sarà la volta di Cristina Gelli e Ludovica Sebregondi che presenteranno la mostra fiorentina di Palazzo Strozzi e i suoi legami con la nostra città, nella conversazione Bill Viola a Empoli.

I Luoghi della Città tornano con Marco Campigli, docente a contratto della cattedra di Storia dell’Arte Medievale presso l’Università per Stranieri di Siena, che illustrerà uno dei capolavori del Museo della Collegiata, il Santo Stefano di Francesco di Valdambrino.

Dal titolo dell’intervento – Francesco di Valdambrino e Jacopo della Quercia: due giovani senesi erranti – si evince che sarà fatta luce sul percorso artistico del Valdambrino e del coetaneo e conterraneo Jacopo della Quercia.

Protagonisti della scultura, non solo toscana, a cavallo tra Trecento e Quattrocento, viaggiarono molto, parteciparono entrambi al Concorso per la Porta Nord del Battistero fiorentino nel 1401 ed ebbero in comune l’eleganza dell’eloquio.

La conferenza conclusiva del ciclo dei Luoghi della Città si terrà sabato 8 aprile con l’intervento di Cristina Gelli, Segnavia esemplari. La colonna di Santa Maria a Ripa nel sistema Leopoldino.

[comune empoli]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento