ENEL. CON LA RACCOLTA FONDI INTERNA DONATI OLTRE 2 MILIONI PER INIZIATIVE DI SOLIDARIETÀ SOCIALE

Il logo di Enel Cuore onlus

FIRENZE. Si è conclusa con oltre 1 milione di euro di donazioni da parte di dipendenti, manager e consiglieri di amministrazione la campagna di raccolta fondi interna lanciata da Enel a favore di Enel Cuore Onlus per sostenere specifiche iniziative di utilità sociale legate all’emergenza Covid-19 promosse da enti no-profit.

L’importo raccolto verrà raddoppiato da Enel Cuore Onlus destinando in totale oltre 2 milioni a cinque Associazioni per specifici progetti a tutela delle fasce più deboli della popolazione in questa fase di ripresa delle attività e di reinserimento nei relativi contesti sociali.

I donatori hanno avuto la possibilità di sostenere e scegliere i progetti promossi da cinque Organizzazioni: la Comunità di Sant’Egidio ACAP Onlus, la Caritas Italiana, la Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap (FISH), la Fondazione Banco Alimentare Onlus e la Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (FNOPI).

Il sostegno al progetto “Emergenza sanitaria 2020 – Programma Viva gli Anziani” della Comunità di Sant’Egidio ACAP Onlus, ha come obiettivo il potenziamento del Programma già attivo e volto a supportare le persone anziane attraverso servizi di assistenza domiciliare e per provvedere alle esigenze della vita quotidiana al fine di limitare le uscite di casa (spesa e pasti a domicilio, ricette mediche e medicine, distribuzione di generi di prima necessità, servizio di trasporto/accompagnamento per visite urgenti e inderogabili).

Il sostegno al progetto promosso dalla Caritas Italiana è finalizzato a contrastare l’emergenza sanitaria, sociale ed economica, delle persone che si trovano in situazioni di povertà estrema, dando risposta al bisogno alimentare attraverso la rete degli “Empori Solidali” – servizi di aiuto materiale rivolto a famiglie in difficoltà economica – ed i servizi di distribuzione di beni primari (cibo, prodotti per la casa, prodotti per l’igiene) per consentirne la pronta ripresa operativa a favore delle famiglie in difficoltà

Il sostegno al progetto “Covid-19 Per le persone con disabilità insieme si può!” promosso dalla Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap (FISH) attraverso il quale vengono svolte una serie di interventi integrati mirati a limitare gli effetti dell’emergenza dovuta all’epidemia da Covid-19 e le conseguenze post emergenza, che risultano ancor più gravi e profondamente incisive per le persone con disabilità. In particolare, garantire la prosecuzione della terapia farmacologica e dei servizi riabilitativi offrire il supporto psicologico personale e familiare e a proseguire le attività legate alla vita quotidiana (didattica, approvvigionamento alimentare)

Il sostegno al progetto di contrasto alla povertà alimentare promosso dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus volto a garantire l’approvvigionamento degli enti caritatevoli e delle famiglie, attraverso il potenziamento della rete di distribuzione dei beni alimentari della Fondazione, soprattutto nel centro-sud del Paese, con l’assunzione di nuovo personale, l’acquisizione di magazzini temporanei, l’acquisto di DPI, l’attivazione di opere di sanificazione ordinaria e straordinaria e l’acquisto di carburante per i mezzi che trasportano i beni alimentari.

Il sostegno alla costituzione del fondo di solidarietà #NoiConGliInfermieri per supportare tutti gli infermieri e le loro famiglie coinvolti nell’emergenza sanitaria promosso dalla Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche (FNOPI). In particolare il fondo è destinato: 1) al supporto fisico e psicologico per il pieno recupero degli infermieri che si sono ammalati svolgendo il proprio lavoro; 2) al supporto economico e psicologico degli infermieri costretti alla quarantena a seguito della contrazione del virus; 3) al supporto economico e sociale alle famiglie degli infermieri che sono venuti a mancare a causa del contagio.

La campagna di crowdfunding interna è una delle misure messe in campo da Enel in Italia per affrontare l’emergenza epidemiologica in continuità con i 23 milioni destinati da Enel Cuore per sostenere progetti individuati grazie al dialogo e al continuo coordinamento con Protezione Civile e Istituzioni nazionali e regionali. In particolare, iniziative volte a contrastare l’emergenza sanitaria, a supportare le strutture sanitarie e a sostenere la fase di ripresa.

[clementi – enel]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email