ENERGIA E CONSUMI: LA NUOVA SCOMMESSA DI “LITALIAINTESTA”

litaliaintestaROMA. Fonti rinnovabili, illuminazione a led, edifici ad energia zero: il miglioramento delle prestazioni degli edifici esistenti con la scelta di soluzioni tecniche e finanziarie innovative.

Tutto ciò per fornire al nostro Paese un tema di forte sviluppo e occupazione: dalla riqualificazione dell’enorme patrimonio edilizio (pubblico e privato) realizzato in grandissima parte prima che fossero introdotte norme sul risparmio energetico, con la previsione di ridurre il consumo di energia primaria, con conseguente alleggerimento delle importazioni di metano, contribuendo al raggiungimento dei parametri di sostenibilità dell’Europa e alla sicurezza energetica.

Nell’edilizia i risparmi energetici possono attivare un circuito virtuoso in grado di rendere disponibili gli investimenti necessari agli interventi di riqualificazione, ma a patto di programmare azioni incisive in un modello energetico radicalmente diverso da quello esistente, che preveda lo sviluppo di un sistema decentrato e distribuito della produzione dell’energia.

Questi i temi principali del secondo Convegno nazionale de Litaliaintesta che si terrà nel prossimo mese di marzo a Roma, alla presenza di qualificati esperti nazionali e internazionali e a cui saranno invitati, tra gli altri, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi e rappresentanti del Governo e dell’attuale Parlamento, a cui il Presidente dell’associazione Paolo Briziobello presenterà le proposte di realizzazione di un “Testo Unico sull’Efficienza energetica in edilizia” e la costituzione di una “Unità di missione per l’efficienza energetica in edilizia” presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

I lavori saranno coordinati da Livio De Santoli, delegato per l’edilizia e le politiche energetiche della Sapienza, Università di Roma, che nell’occasione entrerà a far parte del Comitato Scientifico dell’Associazione culturale e politica costituitasi poco meno di un anno fa e di cui Paolo Briziobello, nel corso Convegno, farà il punto sulle attività previste per il 2015.

[gramigna – litaliaintesta]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento