“ESSERCI SEMPRE”, IL 164° ANNIVERSARIO DELLA POLIZIA DI STATO

164° anniversario Polizia di Stato. 1
164° anniversario Polizia di Stato. 1

PISTOIA. È stato festeggiato questa mattina, 26 maggio, il 164° anniversario della fondazione della Polizia di Stato.

La cerimonia ha avuto inizio alle 9:30 con la deposizione di una corona d’alloro in via degli Orafi, in memoria di tutti i caduti in servizio. Alle 11 la cerimonia è proseguita nell’auditorium Terzani della biblioteca San Giorgio, con la premiazione dei poliziotti distintisi per particolari meriti di servizio.

“Esserci sempre è il concetto che esprime la nostra missione – ha esordito il questore Salvatore La Porta – si tratta di un compito ben definito che trova le sue origini in tempi lontani ma sempre proiettato al futuro e alle sfide quotidiane. Il motto ‘Esserci sempre’ assume una miriade di significati: attenzione, vicinanza, professionalità, spirito di sacrificio, abnegazione e altri mille aspetti professionali e umani che caratterizzano il nostro agire”.

“Oggi, la crisi economica globale, il terrorismo internazionale, l’aumento dei flussi migratori di disperati costretti il più delle volte a fuggire da guerre fratricide, rappresentano l’apice dei problemi che la Polizia affronta in prima linea con grande senso di responsabilità e orgoglio di appartenenza. Tutto ciò impone un’azione più incisiva, che spazi a 360° tra le pieghe del nostro tessuto sociale”.

Nel suo lungo discorso, il questore ha poi ricordato l’attività specifica di controllo del territorio e la buona posizione della provincia di Pistoia. I controlli su strada nel 2016 sono stati 30.600, di cui 16.400 su veicoli; 300 sono le misure di prevenzione emesse nei confronti di altrettanti soggetti pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica. In provincia, la Polizia di Stato ha arrestato 165 persone, 930 quelle deferite all’Autorità giudiziaria.

164° anniversario Polizia di Stato. 2
164° anniversario Polizia di Stato. 2

Tra le operazioni più importanti di quest’anno ricordiamo Black Express, Morini e Good life, tramite le quali la Squadra Mobile di Pistoia e il Commissariato di Montecatini hanno disarticolato il traffico di stupefacenti e hanno poi contrastato reati contro il patrimonio, come l’operazione “Crashtrapping” che riguardava i furti sui bancomat.

Particolarmente diminuiti i furti che da 1.554 nel 2015 sono scesi a 1.268, così come i reati di ricettazione (da 47 a 28), le rapine (da 46 a 28) e le ingiurie (da 70 a 51). In aumento, purtroppo, la lesioni dolose (da 79 a 92) e i reati connessi allo spaccio di stupefacenti (da 19 del 2015 a 29 del 2016).

Complessivamente il totale dei delitti è diminuito, passando dai 2.889 a 2.454.

Dopo le parole del questore, la cerimonia è proseguita con la consegna di particolari onorificenze e ricompense al personale della Polizia di Stato.

  • Tre encomi al vice questore aggiunto Antonio Fusco, Stefano Cini e Mario Trimarco.
  • Tre encomi a Giuseppe Ferretti, Sergio Izzo e Lorenzo Lubrani
  • Tre lodi a Stefano De Vita, Giampaolo Melani e Cristina Parrini
  • Cinque encomi a Antonio Fusco, Emilio Polidoro, Antonio Rovito, Antonio Manzo e Daniele Romanelli
  • Quattro encomi a Franco Gigliotti, Giuseppe Tiscione, Tiziano Benedetti e Angelo Annibali
  • Due lodi a Antonio Fusco e Stefano Cini
  • Una lode al commissario capo Duccio Ciappelli
  • Sette lodi a Marco Mingarelli, Patrizio Matteini, Paolo Cecchini, Antonio Manzo, Massimo Puccia, Gennaro La Marca, Antonio Sansone
  • Tre lodi a Antonio Fusco, Stefano Cini e Mario Trimarco
  • Due lodi a Giuseppe Ferretti e Giuseppe Silvestri
  • Una lode a Giovanni Molè

Una targa è stata consegnata a Filippo Giannini, il giovane che, qualche mese fa, è intervenuto in difesa di una donna rapinata in via Zara a Pistoia.

Sono state infine consegnate alcune targhe commemorative al personale andato in quiescenza: si tratta del sovrintendente capo Horacio Claudio Tagliaboschi, degli assistenti capo Carmine Bruno e Claudio Caracchini, del funzionario Maura Morosi. Una targa poi alla psicologa Sabrina Ulivi e al sostituto commissario in quiescenza Antonio Lo Conte.

[Alessandra Tuci]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento