estremismi. MANIFESTAZIONI A PRATO, LEGA: “NESSUN PROBLEMA DI ORDINE PUBBLICO, COMPLIMENTI ALLA QUESTURA”

Per il commissario della Lega Prato Andrea Recaldin "Biffoni ha utilizzato la manifestazione solo per la sua campagna elettorale"
Andrea Recaldin

PRATO. “A sentire i suoi annunci, ieri Prato sarebbe dovuta essere messa a ferro e fuoco. E invece, nulla di tutto è avvenuto, e il terrorismo psicologico inscenato da Biffoni è servito solo a lui per cercare un po’ di ribalta mediatica”.

È questo il commento della Lega di Prato dopo la giornata di ieri che ha visto protagonisti i cortei degli estremismi di destra e di sinistra.

“Il Sindaco ha agitato per giorni lo spettro di una città a ferro e fuoco. Ed invece tutto si è svolto regolarmente, merito del lavoro e dell’impegno di chi parla poco ma che nei fatti garantisce l’ordine pubblico e la sicurezza.

A proposito di sicurezza, dopo un pomeriggio di pugni chiusi e Bella Ciao, sarebbe interessante sapere da Biffoni quali azioni ha in mente per i suoi ultimi due mesi di mandato per contrastare i furti e le rapine cui quotidianamente i pratesi sono vittime.

O pensa davvero di organizzare una contro manifestazione ogni Sabato nel tentativo disperato di distrarre l’attenzione dai problemi della città che non ha governato per cinque anni? ”— conclude Recaldin.

[Lega Prato]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email