EX-COMUNITÀ MONTANA: APOLITO REINTEGRATA NELLE FUNZIONI DIRIGENZIALI

Con provvedimenti emanati ieri, 30 luglio, su decisione del Giudice del lavoro
Rosa Apolito è stata reintegrata
Rosa Apolito è stata reintegrata

PISTOIA-MONTAGNA. Con il provvedimento che potete scaricare a piè di pagina, la Provincia di Pistoia, in ossequio alle disposizioni del Giudice del lavoro ha ieri, 30 luglio, reintegrato nelle funzioni di dirigente Rosa Apolito.

Questa la notizia. Per i commenti vi invitiamo a seguirci domani e nei prossimi giorni.

Scarica: Apolito – decreto di riassunzione

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “EX-COMUNITÀ MONTANA: APOLITO REINTEGRATA NELLE FUNZIONI DIRIGENZIALI

  1. Dott.ssa Rosa Apolito, Dott. Roberto Fedeli, gli ultimi provvedimenti del Giudice del Lavoro, hanno imposto alla provincia il Vostro reinserimento nell’incarico precedente alla scoperta dell’ammanco, ma, c’è un ma, qualcuno questo ammanco l’ha causato e il sospetto è che, chi più, chi meno, chi aveva posizioni dirigenziali e importanti, abbia partecipato alla suddivisione della torta e ad intascarsi in modo maldestro la sua quota. Non è così? Voi ritenete di essere stati ingiustamente associati ai possibili beneficiari? Allora non vi rimane che dire tutto, ma proprio tutto quello che sapete, senza reticenze e rispetto per chi che sia perché venga fatta piena luce, non avete scelta, altrimenti il sospetto rimane.

  2. Da ex collega di Rosella Apolito e Roberto Fedeli, non posso che rallegrarmi per il loro reinserimento nell’incarico, avvenuto in tempi successivi; in ogni caso mi sono sempre guardato bene dall’avere il benchè minimo sospetto su di loro, e non ne avrò mai, comunque vada a finire. Concordo però in pieno, ed anche di più con Montanaro per quanto riguarda l’ultima parte del suo intervento: parlino, e lo facciano senza reticenze, senza timori reverenziali e senza guardare in faccia a nessuno, quando verrà il momento di farlo.
    Piero Giovannelli

Lascia un commento