EX COMUNITÀ MONTANA, LA PROVINCIA RISPONDE AL COMITATO

La Presidente Fratoni: «È interesse comune che sia fatta chiarezza su tutti gli aspetti della vicenda»
Federica Fratoni, Presidente della Provincia di Pistoia
Federica Fratoni, Presidente della Provincia di Pistoia

MONTAGNA-PISTOIA. In merito alla lettera aperta di Graziella Cimeli, pubblicata ieri su questa pagina (vedi), ecco la risposta di Federica Fratoni:

In riferimento alla lettera diffusa a mezzo stampa dal Comitato promotore recupero ammanco Comunità Montana, nella quale si ponevano all’Amministrazione provinciale alcuni quesiti relativi all’Ente estinto, si chiarisce quanto segue.

La Provincia di Pistoia, nel riassumere tutte le competenze afferenti alla ex Comunità Montana Appennino Pistoiese, a seguito del subentro nell’Ente estinto, si è fatta portavoce dell’istanza del territorio a fare assoluta e puntuale chiarezza su tutti gli aspetti della vicenda.

Anche in quest’ottica, infatti, l’Amministrazione provinciale si è costituita parte civile nel giudizio penale, attualmente in corso, per l’accertamento delle responsabilità derivanti dall’ammanco, con lo scopo di tutelare in ogni sede gli interessi legittimi della comunità.

In riferimento ai quesiti posti dal Comitato promotore recupero ammanco Comunità Montana, si sottolinea che, a seguito dell’estinzione della ex Comunità Montana Appennino Pistoiese (in base dall’art. 78 bis della legge regionale n.68/2011), si è proceduto alla redazione del verbale di chiusura da parte del Tesoriere della Comunità Montana alla data del 30 novembre 2012, verificato dal Collegio dei Revisori della Provincia. Il subentro della Provincia nella Comunità Montana, infatti, ha determinato anche il subentro del servizio di tesoreria della Provincia stessa.

I conti annuali del Tesoriere della ex Comunità Montana relativi agli esercizi finanziari dal 2006 al 2011 sono stati trasmessi alla Guardia di Finanza e alla Procura della Corte dei Conti; i conti correnti di tesoreria e postali intestati alla ex C.M. sono stati chiusi perché estinto l’Ente intestatario, a seguito di apposita autorizzazione del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

A tal proposito l’Amministrazione provinciale desidera ringraziare la Guardia di Finanza per il faticoso e quotidiano impegno che sta conducendo nella fase di indagine e ribadisce la piena disponibilità a collaborare con gli organi della Magistratura, ordinaria e contabile, ai fini di agevolare il difficile, ma necessario, lavoro di ricostruzione dei fatti teso all’accertamento delle responsabilità.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “EX COMUNITÀ MONTANA, LA PROVINCIA RISPONDE AL COMITATO

  1. La presidente della provincia a me sembra che non abbia dato nessuna risposta alla lettera inviata dal Comitato che lotta per il recupero delle risorse rubate in Comunità Montana. Solo frasi di circostanza e niente altro. Sia da parte della presidente della provincia che dal partito del quale fa parte, solito atteggiamento alla ” Greganti”.

Lascia un commento