FABBRI: «LA REGIONE NON DIMENTICHI L’ABETONE»

«Invece di chiedere contributi per mancato guadagno si chiedano finanziamenti per uno sviluppo turistico in infrastrutture»
Giorgio Fabbri
Giorgio Fabbri

ABETONE. Giorgio Fabbri (Noi Piccoli Comuni Montani) interviene riguardo all’appello fatto al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi dai Sindaci di Cutigliano e di Abetone:

La Regione non dimentichi la Montagna, mi riferisco al Comune di Abetone. Siamo nuovamente a chiedere euro per un mancato guadagno.

È ben chiaro il messaggio: ci sono impianti di risalita fermi perché sopraggiunta la morte tecnica e ci sono impianti prossimi alla morte tecnica; la stagione invernale chiusa con una grossa perdita di presenze; la stagione estiva è andata anche peggio, ma diamo pure colpa alle previsioni meteo, il che da una parte è vero, ma siamo sempre alle solite.

All’Abetone non si è investito nelle infrastrutture da anni: un campo sportivo promesso da decenni e mai realizzato, il museo dello sci non attuato, un’area industriale mai fatta, un centro sportivo mai progettato, lavori al parcheggio del chicco non portati a termine nei dovuti tempi.

Luogo che potrebbe essere sfruttato in altro modo visto che è coperto e nel centro del paese, e con tutte quelle colonne pessimo sfruttarlo come parcheggio, potrebbe essere sfruttato come mostra mercato, se chiuso sarebbe un luogo coperto grande adatto per quelle manifestazioni invernali collaterali per chi non scia, ad esempio per mostre, mercatino di natale ecc. ecc..

Il Tirreno, 20 agosto 2014
Il Tirreno, 20 agosto 2014

Invece di chiedere contributi per mancato guadagno dovrebbero chiedere finanziamenti per uno sviluppo turistico in infrastrutture, chiedere finanziamenti regionali per costruire un parcheggio nuovo magari ingrandire quello dell’Ovovia visto che tutte le iniziative ludiche vengono organizzate lì (chissà perché) tralasciando il centro del paese invece di valorizzarlo.

Questo è quello che succede da decenni. Chiedere euro per mancato guadagno non per modernizzare. Infatti l’Abetone è uguale a trent’anni fa solo invecchiato. Questo è quello che fa l’amministrazione attuale, invece di incentivare a ristrutturare tutti. gli alberghi oggi hanno un centro benessere quanti lo hanno all’Abetone?.

Che dire ? È vero. La montagna sta morendo anzi sta morendo lentamente da anni.

Giorgio Fabbri, Capogruppo di opposizione

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “FABBRI: «LA REGIONE NON DIMENTICHI L’ABETONE»

  1. Bisognerebbe che ci pensassero da soli, visto che hanno sempre trattato i turisti solo come polli da spennare, questo lo posso dire personalmente, visto che mi hanno fatto pagare un bicchiere di acqua del rubinetto 50 cent., questa era abbinata ad un trancio di crostata e un café, quindi non solo acqua.
    Perciò se come i Versiliesi che con 3 mesi vogliono campare alla grande tutto l’ anno, anche loro si arriccino le maniche e facciano i professionisti. Preciso, il posto è Abetone, il locale per chi la frequenta è ben individuabile.

    Daniele Boracchini (da fb)

Lascia un commento