«FACCIAMO IL BILANCIO A NOSTRA IMMAGINE E SOMIGLIANZA»

Il Consiglio Comunale in seduta
Il Consiglio Comunale in seduta

PISTOIA. Tra il goliardico, il medievale, l’insultevole e il penoso in questa città che ne sta vedendo di tutte, grazie all’impegno del suo Sindaco filosofo.

Poche righe e ci torneremo; ma le diamo sùbito: si cerca di forzare il blocco navale (come al solito) e, nonostante gli sforzi delle minoranze (a partire da Pistoia Domani, che cerca di far saltare l’oriuolo del sindaco), nonostante la fuga da Alcatraz (tutte le opposizioni hanno abbandonato l’aula), il Pcus, pardon, il P[artito] D[enaturato], richiama i sudditi a Canossa e fa la conta.

E se prima, sulla mozione Pistoia Domani, la maggioranza aveva fritto con ben sette (come i vizi capitali) astensioni, ecco che l’afflato di fede torna a scorrere nelle vene degli alzapaletta e il bilancio… passa all’unanimità.

Vedete che fra cattolici e comunisti alla fine tanta differenza non c’era? Tantomeno oggi; oggi che i cattolici integristi son finiti tutti nel Pd.

Prima i miracoli li facevano le Madonne, oggi i miracoli li fanno i crocifissi (quelli messi in croce dal P[artito] D[enaturato] o D[emocristiano]).

Provare per credere, si diceva…

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

3 thoughts on “«FACCIAMO IL BILANCIO A NOSTRA IMMAGINE E SOMIGLIANZA»

  1. Questi non se ne rendono conto…e nemmeno il 99% dei cittadini…ma sono appesi alla Grecia. Non sanno che se salta la Grecia, verremo testati ben bene dai cosidetti mercati…e noi, coi debiti, che ha lo stato centrale, e le sue propaggini locali facciamo un botto fantasmagorico.
    Massimo Scalas
    PS. Infatti la Grecia dopo 5 anni di commedia dell’arte non sarà fatta saltare…speriamo.
    NB. La sensazione è comunque che anche a Pistoia siano maturi i tempi per un clamoroso cambio…le prossime elezioni non sono lontane e lo scontento è palpabile…se le opposizioni fossero furbe farebbero un passetto indietro, unirebbero le forze e appoggerebbero una lista civica…

Lascia un commento