falce e martello a scuola. RIFONDAZIONE: «LIBERA CHIESA IN LIBERO STATO»

«In tutta questa vicenda oltre alla scuola a rimetterci sono i ragazzi, che quando in futuro, faranno dei disegni, avranno il timore che questi vengono fotografati e strumentalizzati»
Falce e martello a scuola a Casalguidi
Falce e martello a scuola a Casalguidi

CASALGUIDI. Il Circolo di Rifondazione comunista di Serravalle, in merito alla vicenda del disegno della falce e martello della scuola Alpi di Casalguidi, fa notare che non è la prima volta che questo istituto è oggetto di attacchi.

C’è da pensare a un piano preordinato, per creare caos, speculando su cose non hanno nulla a che fare con l’insegnamento. Atteggiamento tipico, della peggiore destra-clericale.

Nel caso specifico un politico in cerca di visibilità inserisce su facebook la foto di un disegno con falce e martello.

Non si capisce chi abbia scattato la foto e perché e soprattutto se tutto ciò è legale. Altri politici locali, non si sono lasciati sfuggire l’occasione, amplificando il caso, improvvisandosi censori e in un caso anche apprendisti professori di storia e di marxismo, provando anche a capire le differenze tra stalinismo e troskismo e forse chiederanno a babbo Natale di essere adottati come “apprendisti compagni”.

Ambedue gli attori fanno presente che il simbolo della falce e martello è sinonimo di morte ecc. dimenticando che per molti popoli anche la croce rappresenta morte, corruzione, malaffare e che molti problemi con i popoli arabi sono riconducibili proprio al passato.

Anche oggi, l’infiltrato, il compagno Papa Francesco, ha denunciato il malaffare presente in molti settori della chiesa cattolica. Ci vuole pazienza; da sempre determinati settori della destra clericale sono così, è nel loro Dna.

Ciò lo dimostra che neppure dopo la presa di posizione dei genitori degli alunni, che hanno fatto i lavori, si sono espressi a favore della preside e dei professori, in sostanza l’attore ha ribadito “abbiamo ragione noi e basta” .

In tutta questa vicenda oltre alla scuola a rimetterci sono i ragazzi, che quando in futuro, faranno dei disegni, avranno il timore che questi vengono fotografati e strumentalizzati.

Forse il fine ultimo è proprio questo, inserire il dubbio e la paura. Fortunatamente la maggioranza dei cattolici non è così e con le loro organizzazioni aiutano il prossimo e applicano i dettami del Vangelo: a loro va il nostro più sentito rispetto e gratitudine.

Concludiamo ribadendo la laicità della scuola e ci ispiriamo al dettame liberale “libera chiesa in libero stato”.

Circolo Rifondazione Comunista Serravalle

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “falce e martello a scuola. RIFONDAZIONE: «LIBERA CHIESA IN LIBERO STATO»

  1. FALCE E MARTELLO, IL VANGELO E I DIAVOLI DELLA TASMANIA
    _______________________________________________

    Cari amici di Rifondazione,
    la citazione di Bergoglio è la più fuori luogo che si possa immaginare. Può essere Papa, può andare in mezzo alla gente, ma di cristiano vero cos’ha? Credete che Cristo avrebbe fatto, per la sua chiesa di Pietro, una legge da punire con 8 anni di carcere chi pubblica documenti segreti? O avrebbe detto che segreti, nella sua chiesa, non ce ne sarebbero dovuti essere?
    Detto questo, se Bergoglio fosse stato un vero cristiano – di nome e di fatto – avrebbe chiamato a Roma i giornalisti che hanno detto la verità; li avrebbe ricevuti e, con una cerimonia solenne, li avrebbe insigniti della più alta onorificenza vaticana. Avrebbe anche detto: «Andate tutti controcorrente come loro, cattolici!».
    Diavolo della TasmaniaPoi avrebbe preso Bertone e l’abate Faria di Cassino, e li avrebbe spediti in Tasmania a insegnare la dottrina ai famosi diavoli, animaletti simpatici e sempre incazzati: così l’abate Faria si sarebbe saziato nei suoi più forti e incontrollabili stimoli sessuali, mentre chi ha rubato i soldi dei bambini del Bambino Gesù, avrebbe smesso di stare a sedere su preziosi divani di pelle (umana) e si sarebbe seduto, probabilmente a culo nudo, su qualche pianta spinosa della foresta tropicale, col rischio di essere morso da qualche ragno malefico.
    Avrebbero avuto la penitenza giusta per i peccati commessi. O non si dà la penitenza a chi pecca?
    È così che si deve vivere il Vangelo: con le azioni, non con le parole – come ebbe a dire anche don Carmignani quando fu tolto (e, di persona, si dimise) dal Centro Giovani di Pistoia.
    Qualsiasi altro modo è assolutamente truffaldino, strumentale e falso: perché Cristo, per aver voluto parlare in un solo modo, finì in croce. Qui tutti, invece, continuano a fare la bella vita e aprono porte alla Misericordia. Quale? E noi dovremmo passarci di sotto? Perché? In nome della trasparenza e della affettuosa fratellanza universale?
    Ecco perché non credo. Non si può servire a due padroni: o se ne amerà uno e si disprezzerà l’altro. L’ha detto Cristo, non io.
    Personalmente, poi, ritengo che a scuola sarebbe meglio che i professori insegnassero le loro materie, astenendosi da ciò che poco conoscono. Professori che spessissimo – credetemi – non sanno neppur cosa sono. E ci mettono una pezza sopra proprio con la politica. Poi i ragazzi escono che non sanno niente. Non so se sono stato chiaro. Altrimenti guardate Renzi: vi sembra uno che sa o uno che spara cazzate alla maniera del parlare a vanvera?
    Intanto preparatevi ai veri conti d’Italia di fine anno e… buona giornata (se è possibile)!
    e.b.

  2. Gentili Sig.ri di Rifondazione senza fondamenta, costruita sul chachemire di Bertinotti più che sulla falce del duro lavoro nei campi e sul martello del fabbro….è vero…avete ragione è tutto un complotto. E’ stato Babbo Natale che essendo rosso fino agli stivali ha pensato bene di giocarvi un tiro birbone piazzando un bel manifesto tutto rosso di 1mtq per provocare la reazione dei soliti crociati. Il piano era chiaramente preordinato per scatenare il caos mondiale. E certo, come ha detto quel tale a proposito di una nota telefonata tra piddini tutti ci chiediamo se è legale scattare una foto ad un disegno…la privacy perdiana! Come si sentirà ora il povero disegno? La povera onesta Falce e suo marito Martello? mettiamoci nei loro panni!
    Siete poi fantastici quando ci illuminate d’immenso col vostro sunto sulla storia degli ultimi 800 anni: bè certo, un po stringati, un po imprecisi, ma si sa la sintesi è tutto nell’epoca del tweet. La comprensione è del tutto secondaria.
    Per esempio quando passando amabilmente di palo in frasca volete dispensate la vostra lezioncina sul mondo musulmano e sulle solite colpe occidentali, dimenticate, ma sono sicuro non per ignoranza o malafede, che:
    1- libri di storia alla mano, non c’è paragone tra l’espansione cattolica nei paesi arabi e quella musulmana nel resto del mondo. E’ vero esattamente il contrario di quello che la vulgata dei luoghi comuni da ad intendere: sono state storicamente molte di più le guerre e le espansioni tentate o realizzate dai musulmani ai danni dell’occidente che viceversa. Non pretendo mi crediate, ma un buon libro di storia non vi farebbe male (ma di quelli seri però).
    2- vi annuncio che le crociate sono finite da 750 anni: lo so…è dura scoprirlo così all’improvviso…dopo, e ve lo dico con tutta la cautela del caso, c’è stato il Rinascimento, l’Illuminismo, la Rivoluzione Francese….insomma tutte quelle fregnacce che fanno di noi quella società prospera e libera, nelle libertà fondamentali, che i vostri amici non sopportano (no…non parlo di Kim, Stalin, Mao, Pol Pot…parlo dei terroristi…a dimenticavo Castro….si, si…quello che ha tenuto il popolo a pane ed acqua per 60 anni salvo poi dire ad Obama che era tutto uno scherzo)
    3- i terroristi di Parigi sono quasi tutti nati in Europa da famiglie che non hanno problemi economici: anche questo lo so è un duro colpo alla vostra strampalata teoria delle colpe occidentali (ma siete in buona compagnia, visto che anche il Papa avvalora la castroneria che causa del terrorismo è la povertà…consoco gente povera o svantaggiata che subisce ogni giorno ingiustizie vere ma non farebbe male ad una mosca…)
    A parte questo dove,anche se come vedete sono con voi al 100%, mi danno fastidio solo due cose:
    – che abbiate parlato in nome dei bambini cui nessuno ha ancora chiesto cosa ne pensano (e questo è un must in Italia)…
    – Che non sappiate scrivere correttamente “trotskismo”: la cosa mi offende e mi turba . Non fatelo più o andate dritti a settembre!

    PS. ma comè che la gente non vi vota più? Non è che per caso è anche colpa vostra se l’Europa sta andando a destra… all’estrema destra?

Lascia un commento