falsi d’autore 2. COSÌ IL COMUNE TENTA DI GIUSTIFICARE LE SUE INDIFENDIBILI INEFFICIENZE DI SORVEGLIANZA E CONTROLLO SUL MONTALBANO DEL “VINCOLO AMBIENTALE”

Storia di uno sbancamento autorizzato, mai controllato e che, con il passare del tempo, manifesta sempre più la superficialità degli organi di vigilanza che lo hanno consentito e lo difendono a spada tratta a danno di chi i danni è costretto a subirli ingiustamente. E secondo la Procura della Repubblica io dovrei fidarmi delle risposte tranquillizzanti (perché drogate) di una pubblica amministrazione di questo livello? Ci credano loro, i democratici di sinistra e i politicamente corretti oggi così di moda!

E fino alla fine!

In quattro – e in mezzo ad altri sette o otto personaggi di varia origine e provenienza – hanno visto tutto, hanno giudicato tutto, hanno capito tutto, hanno fatto anche altri tre o quattro “sopralluoghi” e sono giunti alle loro apodittiche conclusioni: «Tutto va ben, madama la marchesa!». Avevano anche la supervista a raggi X di Nembo Kid? O «ce stanno a pijà pe’ ’r culo», come diceva la Sora Lella?

 

ANDÒNNO DRITTI IN 4 AL MONTALBANO

MA QUASI TUTTO GLI SCAPPÒ DI MANO. . .

 


 

LEGGETE con attenzione questo verbale (?) di sopralluogo (?) effettuato – come vi si afferma – dal solito quartetto del Comune di Quarrata che scioglie e che lega: 1. Comandante Polizia Municipale, Per. Elettrotecnico Marco Bai; 2. Dirigente Area 3, Geom. Ing. Iuri Gelli; 3. Istruttore Direttivo Tecnico, Ing. Andrea Casseri; 4. Istruttore Tecnico, Geom. Emanuele Gori.

Soffermatevi con attenzione sulle parti evidenziate.

Sopralluogo Via Lecceto del 16/09/2020
Oggetto: Parcheggio di proprietà Alberti/Meoni/Ferri Segnalazione: *** prot. 37743 del 07/09/2020

 

C’è bisogno di una spiegazione o le cose parlano da sé?

In conseguenza della richiesta formale *****, nota pec prot. 37743 del 07/09/2020, di riesame analitico e revisione dei lavori eseguiti per la realizzazione di parcheggio privato in via Lecceto di proprietà dei Sigg. Mara Alberti, Sergio Meoni e Margherita Ferri,

In data 16/09/2020 alla presenza del Comandante della Polizia Municipale (Marco Bai), del Dirigente Area 3 (Ing. Iuri Gelli), dell’istruttore Direttivo Tecnico del Servizio Lavori Pubblici (Ing. Andrea Casseri), dell’istruttore Tecnico del Servizio Urbanistica (Geom. Emanuele Gori), in concomitanza con altro e congiunto sopralluogo assieme ai Carabinieri Forestali del Comando di Pistoia e ai Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Pistoia, si sono recati presso via di Lecceto per verificare la conformità delle opere realizzate dai proprietari sopraindicati in relazione alle pratiche:

  • autorizzazione al vincolo idrogeologico n. 08 del 30/03/2006;
  • autorizzazione paesaggistica n. 11 del 19/09/2005;
  • Denuncia di Inizio Attività n. 292 del 05/05/2005 prot. 25509;

premesso che lo stato ante-lavori non può essere verificato, dal sopralluogo effettuato in data odierna con la scorta delle pratiche sopraelencate, limitatamente alla demolizione di uno sprone di roccia per realizzare il parcheggio, non emergono differenze tali da presupporre l’esecuzione di opere difformi dai titoli rilasciati.

[omissis]

Le parti oscurate saranno oggetto di analisi e disamina in separata sede.

Divertitevi a… colorare le emozioni

È certo – e lo affermo senza timore di smentita – che:

  1. non c’è conformità delle opere realizzate con lo sbancamento di cui stiamo parlando
  2. è falso che lo stato ante-lavori non può essere verificato (vorrei ricordare ai quattro che ormai stiamo per andare su Marte…)
  3. è falso sostenere che non emergono «differenze tali da presupporre l’esecuzione di opere difformi dai titoli rilasciati»
  4. non è proponibile come certo e certificante un verbale (?) di sopralluogo (?) che si presenta senza data e senza un protocollo che ne faccia fede

Personalmente ritengo (opinione, art. 21 della Costituzione) che la Procura della Repubblica meglio assai farebbe a sequestrare ed esaminare le carte, piuttosto che ad inquisire chi chiede di fare luce su molti fatti che non tornano.

Dagli arresti domiciliari, Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]

Continua domani 19 febbraio. Altro brillante esempio di falso comunale d’autore in https://www.linealibera.info/falsi-dautore-il-comune-di-quarrata-il-suo-emerito-ufficio-tecnico-urbanistica-e-larte-sublime-dellingannare-i-cittadini-mentendo-e-sapendo-di-mentire/


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email