falsi d’autore 7. DULCIS IN FUNDO, MA NON TROPPO. COSÌ IL COMUNE TENTA DI GIUSTIFICARE LE SUE INDIFENDIBILI INEFFICIENZE DI SORVEGLIANZA E CONTROLLO SUL MONTALBANO DEL “VINCOLO AMBIENTALE” IGNORATO E COMPROMESSO

NELLE PUNTATE PRECEDENTI
12.2.2021 –
https://www.linealibera.info/falsi-dautore-il-comune-di-quarrata-il-suo-emerito-ufficio-tecnico-urbanistica-e-larte-sublime-dellingannare-i-cittadini-mentendo-e-sapendo-di-mentire/
18.2.2021 –
https://www.linealibera.info/falsi-dautore-2-cosi-il-comune-tenta-di-giustificare-le-sue-indifendibili-inefficienze-di-sorveglianza-e-controllo-sul-montalbano-del-vincolo-ambientale/
19.2.2021 –
https://www.linealibera.info/falsi-dautore-3-cosi-il-comune-tenta-di-giustificare-le-sue-indifendibili-inefficienze-di-sorveglianza-e-controllo-sul-montalbano-del-vincolo-ambientale/
21.2.2021 –
https://www.linealibera.info/falsi-dautore-4-cosi-il-comune-tenta-di-giustificare-le-sue-indifendibili-inefficienze-di-sorveglianza-e-controllo-sul-montalbano-del-vincolo-ambientale/
22.2.2021 –
https://www.linealibera.info/falsi-dautore-5-cosi-dopo-il-comune-anche-la-regione-tenta-di-giustificare-le-sue-indifendibili-inefficienze-di-sorveglianza-e-controllo-sul-montalbano-del-vincolo-ambientale/
23.2.2021 –
https://www.linealibera.info/falsi-dautore-6-allevati-pane-e-volpe-cosi-il-comune-tenta-di-giustificare-le-sue-indifendibili-inefficienze-di-sorveglianza-e-controllo-sul-montalbano-del-vincolo-ambientale/

È inutile, concludo, che la procura insista: io non sono uno stalker (e mi spiace assai per chi lo ha creduto, ma non posso farci niente); e loro, nelle stanze del potere, stanno sbagliando direzione solo perché stanno indagando a tesi per dimostrare ciò che non è

 

SE TU SBRANI IL MONTALBANO

VIEN GIÙ TUTTO PIANO PIANO! 

 


 

Ecco un’altra chicca di via Lecceto. La parte arancione indica lo sbancamento che ha disfatto il dosso di roccia del fianco del colle… Ci vogliamo vedere dentro per davvero o no?

 

FORSE (ma non è detto: dipende…) questa potrebbe essere l’ultima puntata dello sbancamento/sbrano della collina di Lecceto con il timbro dell’Utc e la firma del geometra Franco Fabbri.

Riparto, per questa puntata, da ciò che scrivono i quattro tecnici (Iuri Gelli, Marco Bai, Andrea Casseri, Emanuele Gori) in quel compitino da prima elementare che loro definiscono verbale di sopralluogo.

Sono andati a Lecceto il 16 settembre 2020, in massa con altri. Hanno fatto – secondo loro – almeno 6 sopralluoghi in appena un’ora scarsa e, anche nel caso dello sbancamento della collina (ieri vi ho mostrato le belle foto dei limoni di Lecceto), hanno concluso, a colpo d’occhio, che lo scasso era in regola con quanto era stato autorizzato dal Comune, ma…

Relativamente ai manufatti presenti nelle aree pertinenziali alla superficie adibita al parcheggio (fioriere, aiuole, muretti, ecc.), con successiva istruttoria d’ufficio, il Servizio Urbanistica-Edilizia Privata e Abusivismo ne verificherà la conformità benché tali elementi accessori non siano oggetto di richiesta di regolarità

Ma, dicevo, hanno trovato qualcosina che non andava e – con un piccolo sforzino da bravi bimbi attenti alle lezioni del giorno – hanno deciso che con successiva istruttoria d’ufficio, il Servizio Urbanistica-Edilizia Privata e Abusivismo ne verificherà la conformità.

Subito dopo, però, hanno aggiunto una considerazione particolarmente illuminante circa le modalità di funzionamento delle loro connessioni neuronali: benché tali elementi accessori non siano oggetto di richiesta di regolarità.

Per chi fosse un po’ più duro di comprendonio, è il caso di chiarire. Nella richiesta di rivedere tutto lo sbancamento con una commissione tecnica bilaterale, fatta di tecnici comunali e tecnici della parte che lamenta i mille problemi causati dallo sbrano nel Montalbano, non c’era scritto espressamente «controllate anche le aiuole, le fioriere, i muretti e – questo non lo hanno scritto – le scale, la fontanella e il vattelappésca…».

I muri a retta non dovevano proprio esserci. E invece…

Rendiamo grazie al signore, nostro dio, Comune di Quarrata: è cosa buona e giusta perché, salito a Lecceto (invece di essere sceso in terra) ha deciso, nonostante che nessuno glielo avesse richiesto, che qualcosa non tornava. Deo gratias!

A questo punto sarà entrata in gioco anche l’Arch. Caterina Biagiotti, responsabile del servizio urbanistica ed edilizia privata – ma questo lo vedremo in séguito.

Per il momento divertitevi solo a tenere ben presente che il famoso geometra Pasticci di Agliana aveva detto, nella sua relazione tecnica, che non sarebbero stati costruiti muri a retta da nessuna parte e che il poggio sarebbe rimasto in piedi da solo con la robustezza erettile di un pisello dopo una pasticcona di Viagra 100.

Vi sembra che ciò sia accaduto? Lo vedete perché ripeto sempre che, alla fine, i fatti parlano da soli anche se le capocchie vuote insistono a negarlo?

Vedevano la pagliuzza nell’occhio del vicino e non si accorgevano degli stralli del ponte Morandi nel loro occhio miope… E tutti corsero per salvare il Montalbano dopo che i tecnici del Comune non se ne erano mai seriamente occupati

Dovete tuttavia tenere presente anche un altro aspetto non secondario: che la proprietaria di questo sbancamento, che definire irregolare è dir poco, la signora Mara Alberti, il 31 agosto 2020 – e cioè appena 16 giorni prima del sopralluogo di tutti i combattenti dell’aria, della terra e del mare a Lecceto – aveva mandato un esposto a mezzo mondo accusando di illeciti d’ogni genere la proprietà dei civici 12-12-16.

Davvero un bel casino. E per arrivare solo a vedere che l’unica cosa fuori posto, fra le mille denunciate, era una povera piattaforma di un metro quadro per l’appoggio del bombolone del gas.

Vi sembrano cose normali o cose dell’altro mondo? Da buoni vicini o da prevaricatori seriali?

È inutile, concludo, che la procura insista: io non sono uno stalker (e mi spiace assai per chi lo ha creduto, ma non posso farci niente); e loro, nelle stanze del potere, stanno sbagliando direzione solo perché stanno indagando a tesi per dimostrare ciò che non è.

Salute a tutti dagli arresti domiciliari e intanto godetevi lo spettacolo del rispetto della zona a tutela ambientale!

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 1

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 2

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 3

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 4

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 5

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 6 Aiuole

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 7

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 8 Aiuole

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 9

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 10

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 11 Aiuola e fontana

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 12 Aiuola e fontana

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 13 Scala e aiuole

Lecceto. Sbancamento colllina e muro a retta che non dovrebbe esserci. 14

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]

 


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email