FAMIGLIE ISOLATE A CASALGUIDI

Proteste dei residenti per i disagi creati dal divieto di transito in via San Biagio
Federico Gorbi
Federico Gorbi

CASALGUIDI. Per l’ennesima volta in pochissimi mesi è stata disposta la chiusura della strada.

La prima volta, con Decreto del funzionario Nr. 81/2015 del 6/10/2015 veniva istituito il divieto di transito dal 12 al 16 ottobre 2015 dalle 8 alle 18 per lavori di realizzazione di un tratto di rete elettrica a servizio di una nuova abitazione in fase di costruzione.

Con Decreto del funzionario Nr. 87/2015 del 16 ottobre veniva prorogato il divieto di transito fino al 21 ottobre, negli stessi orari del precedente Decreto, poichè i lavori non erano terminati.

Già all’epoca diversi cittadini protestarono.
Ma il 2 novembre 2015, con Decreto Nr. 90/2015 veniva istituito nuovamente il divieto di transito per ripristinare la sede stradale prospiciente la stessa abitazione in costruzione a partire dal 4 novembre fino al termine dei lavori, sempre con orario dalle 8 alle 18.

Infine, il 14 gennaio 2016, con Decreto del funzionario Nr. 2/2016, ancora una volta viene istituito il divieto di transito in via San Biagio da oggi 18 gennaio fino al 29 per lavori di scavo di Toscana Energia, sempre a servizio della sola abitazione in costruzione.

I lavori in via San Biagio
I lavori in via San Biagio

Chiudere il tratto in questione di via San Biagio significa isolare per molte ore al giorno diverse famiglie che non hanno altra possibilità di accesso alle proprie abitazioni in quanto la strada è senza sfondo e senza possibilità di collegamento con altre vie.

Inoltre in via San Biagio esiste anche un B&B che, pertanto, vede negato l’accesso ai propri clienti. Come sarebbe possibile dire ai turisti “uscite prima delle 8 del mattino e non vi fate vivi prima di cena”?

Mi chiedo quindi se l’amministrazione sa farsi carico di questi problemi, cercando di coordinare i lavori delle diverse ditte in modo da creare il minor disagio possibile.

Federico Gorbi
Capogruppo “Serravalle Popolari e Riformisti”

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento