fdi & il senatore. SERRAVALLE, «ORA FO ’ NODI – E IO LI SCIOLGO». PARTITO IN CRISI…?

Così Il Giornale di Pistoia ieri 5 giugno

 

NELLA GOLIARDÌA, una cosa che i giovani non conoscono più, perché la cultura di sinistra ha pensato bene di rendere tutti tristissimi con il politicamente corretto, salvo poi sbeffeggiare bullescamente tutto e tutti se non comunisti, c’era anche la parodia delle litanie lauretane, a cui si rispondeva con ora pro nobis, prega per noi. Ora pro nobis diventava ora fo ’ nodi a cui si doveva rispondere con un e io li sciolgo.

La politica casalvallina è un annodìo della miseria: ci sono nodi da tutte le parti, dalla lista civica che ha vinto, ai duri e puri del Pd, che si sparano con il fucilino a tappo nel silenzio assoluto del Mochi a cui è scappato il topone di Masotti dall’ugnellone, e ora è lì, alla mola, a appuntirsi gli artigli per vedere se verso la fine del mese sarà in grado di ripigliare il topo al volo…

Mancano due anni alla fine del mandato Lunardi ed ecco che spunta un bel conìgliolo bianco dal cappello di Fratelli d’Italia (una quarantina di iscritti?). Tre civici d’appoggio a Lunardi improvvisamente si librano dai nodi perché qualcuno li ha sciolti, e formano un gruppo consiliare.

Non se ne accorge nessuno e i giornali ufficiali – non quelli poeracci come il nostro – dedicano una paginata all’evento, come ha fatto Il Tirreno; ma per pescare un bel pescio (come si diceva una volta) bisogna saper fare il bagno nelle pescaie, non starsene sugli argini con una cannuccia da pesca e un amo rugginoso col lombrico. Bisogna tuffarsi in acqua come 32 anni fa (correva l’anno 1998) Preot Vassile Pavel, il prete ortodosso lipoveno Pavel Vasile di Carcaliu in Romania, che sparì in uno dei canali del Danubio e riemerse poco dopo con un peşte in mano.

Se c’era un momento sbagliato per fare il gruppo FdI a Serravalle, era questo. E se c’era il momento migliore per fare un errore, chi meglio di Patrizio La Pietra poteva coglierlo al volo? Chapeau!

La Pietra for the Mayor

Quella decisione sta scombussolando ogni cosa e il gruppo si sta mostrando sostanzialmente ingestibile perché «la politica fatta in famiglia, tutto il resto lo scompiglia».

E La Pietra sorella, con delega allo sviluppo del territorio casalvallino, più che un olio di sintesi lubrificante, s’è mostrata come una benzina annacquata che ha iniziato a fare stantuffare il motore.

Il Mochi glielo dovrebbe dire che non si fa così e come si fa a risolvere il problema, lui che sussurra alle macchine guaste in via Gora e Barba[bie]tole.

La sorella del Senatore non ascolta il fratello; si creano frizioni a corto circuito tra lei, il Sen. e la portavoce, Elena Bardelli, il più delle volte inascoltata.

Così si è giunti alla frase del titolo: «ora fo ’ nodi» e nasce il gruppo, e poco dopo ecco che il parlamentare, in uno dei soliti litigi che caratterizzano il tormentoso suo rapporto a triangolo sorella-lui-Bardelli, si mette a strillare «e io li sciolgo».

Prova a dare ordini al gatto e vedi se obbedisce

Insomma un ménage à trois che non può reggere e che rischia di veder chiudere il circolo FdI serravallino, cosa che mette in crisi il gruppo degli iscritti, già in apprensione. Perché la politica è fatta di gatti (oltre che di chiacchiere inutili). Provate voi a dare ordini a un gatto, per vedere se vi obbedisce!

Il Senatore esce ammaccato e dall’incontro con Lunardi, da cui non ha ottenuto un bel niente; e dalla gestione del gruppo. Anche perché, se è vero che la Bardelli, da portavoce, deve dirigere il gruppo consiliare sui binari del partito, la sorella del Senatore sembra tenersi più accosto al sindaco: ed è come pretendere di ordinare a un gatto di mettersi in posa per una foto.

Mentre glielo dici, lo sai dov’è? È digià alla discarica del Cassero a raspare tra i rifiuti speciali!

Edoardo Bianchini
[direttore@linealibera.info]
Aspettando i cinesi. Delitto di cltitica, clonaca e sàtila

Le chiacchiere non fanno farina e neppure “ciorba cu ciuperci”


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email