FERDINANDO MASI, FIGLIO DELLA TERRA DI MONSUMMANO

Ferdinando Masi
Ferdinando Masi

MONSUMMANO. Evento di rilievo e di grande interesse, in particolare per la Valdinievole e Monsummano Terme, la mostra di opere (pittura, scultura, disegni e memorie) di Ferdinando Masi che si inaugurerà sabato 17 ottobre alle 11 presso l’Oratorio San Carlo.

Promossa dalla Biblioteca Comunale G. Giusti, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura all’interno del ciclo Monsummano…. Incontri Culturali, l’iniziativa sarà un revival delle attività di un autentico figlio di questa terra, che ha saputo rappresentare con sentimento e amore nelle sue opere, nonché arricchire con sculture presenti un po’ ovunque un’appartenenza che dà luogo al titolo stesso della mostra “…F384”, alias l’identificativo, nel codice fiscale, del suo luogo di nascita, Monsummano Terme.

Scomparso nel 2013, Ferdinando, passato indenne i tormenti della guerra (ferito ad El Alamein e costretto alla prigionia), ha scoperto nell’arte la sua dimensione, conoscendo prima Franco Sacchetti e successivamente seguendo un suo autonomo percorso. Sospesa fra Impressionisti e Macchiaioli, la sua pittura è fortemente legata alla scoperta del paesaggio nella sua multiforme ricchezza, catturata e interpretata con un lirismo intenso, reso ancora più vivo dall’uso di colori morbidi e da una tecnica espressiva naturale e, al contempo, raffinata.

Una delle opere dedicate a Monsummano
Una delle opere dedicate a Monsummano

Il risultato è una visibilità e lettura della natura che emoziona e incanta il visitatore, offrendosi come pieno godimento estetico, sempre sospesa fra la realtà e la dimensione metafisica. La stessa sensazione coinvolgente si ricava dai disegni e dalle sculture, dove predomina la capacità manuale e il sapiente equilibrio delle figure, capaci sempre di vitalità e bellezza.

Una mostra infine nella quale scorre la stessa storia della Città di Monsummano Terme, incorniciata nei diversi luoghi e momenti delle sue trasformazioni da un autentico artista conosciuto da tutti anche per il suo sagace e intelligente umorismo, la curiosità e la saggezza umana unita ad un grande amore per la vita e le persone care, come testimoniano le sue passioni e le sue lettere.

Evento dunque da non perdere, alla cui inaugurazione saranno presenti il Sindaco Rinaldo Vanni e l’Assessore alla cultura Barbara Dalla Salda.

La mostra rimmarrà aperta fino al 2 novembre con il seguente orario: 15-19:30 e ven-dom 10-12:30; 15-19:30.  Info: Biblioteca G. Giusti, tel. 0572 959500.

[comune monsummano]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento