FESTA DELLA TOSCANA, IL CASTELLO DELL’IMPERATORE ILLUMINATO DI ROSSO E BIANCO

Il presidente del consiglio comunale Gabriele Alberti: “Aderiamo con piacere all’iniziativa promossa dalla Regione come amministrazione coinvolgeremo le scuole in iniziative al cui centro ci saranno il diritto alla scuola e alla salute”

Il Castello dell’Imperatore si colora di bianco e rosso

PRATO. In occasione della Festa della Toscana il Castello dell’Imperatore è stato illuminato di bianco e rosso dalle 19 di oggi.

La data della Festa della Toscana, il 30 novembre di ogni anno, è stata scelta per ricordare un anniversario importante. Infatti il 30 novembre del 1786 Pietro Leopoldo d’Asburgo-Lorena, figlio dell’imperatore Francesco I di Lorena e di Maria Teresa d’Asburgo e Granduca di Toscana dal 1765 al 1790, ha promulgato un nuovo codice penale (il “Codice Leopoldino”) in cui, per la prima volta al mondo, si decretava l’abolizione della pena di morte e della tortura.

L’obiettivo di questa festività è quello di coltivare la memoria della storia e affermare l’impegno per la promozione dei diritti umani, della pace e della giustizia, come elemento costitutivo dell’identità della Toscana.

“L’amministrazione ha accolto con piacere la proposta di aderire all’iniziativa promossa dalla Regione Toscana per dare il via alle celebrazioni legate a questa importante e significativa festa –afferma il presidente del consiglio comunale Gabriele Alberti —.

Da parte nostra come amministrazione, per quello che sarà possibile considerate le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria legata al covid -19, cercheremo di coinvolgere le scuole dando vita ad iniziative al cui centro ci saranno due diritti fondamentali, nel periodo che stiamo vivendo ancora più significativi e quantomai necessari: il diritto alla scuola e quello alla salute”.

[comune di prato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email