festa dello sport. IL PREMIO ALBANO ARAMINI ALL’EMPOLESE ANTONIO DI NATALE

All’ex calciatore Antonio Di Natale il premio alla carriera

EMPOLI. Ancora una serata dedicata allo sport empolese, agli atleti e alle persone che ogni giorno si impegnano per dare l’opportunità a bambini, ragazzi, adulti e anziani di praticare una disciplina nella nostra città.

Per la 21a edizione consecutiva verrà consegnato il riconoscimento più importante per il mondo sportivo di Empoli, il premio Una città per lo sport, dedicato ad Albano Aramini.

«Nato nel 1996 e intitolato nel 1997 alla memoria di un grande amministratore locale scomparso il 25 febbraio di quell’anno – spiega l’assessore allo sport Fabrizio Biuzzi – l’evento vuol premiare gli sportivi del territorio che si sono distinti, ma anche le società e i dirigenti che lavorano per far praticare sport».

LA CERIMONIA

La cerimonia di consegna si svolgerà per la terza volta al cinema La Perla di Empoli, via dei Neri 5, appuntamento lunedì sera, 13 marzo, alle 21.15, in modo da dare la possibilità ai tanti sportivi che praticano la loro disciplina durante il weekend di essere presenti. La serata sarà condotta dal giornalista Alessandro Lippi.

Oltre ai premi agli sportivi, in accordo con la Commissione che assegna il premio, composta da rappresentanti degli organi di informazione locale e da esponenti del mondo sportivo empolese, sarà consegnato per la prima volta il riconoscimento per la sesta sezione intitolata ad Antonio Bassi, che si propone di premiare il giornalista che ha raccontato lo sport empolese nel modo più significativo attraverso qualsiasi media e qualsiasi linguaggio d’informazione.

 I VINCITORI

Ecco i vincitori di tutte le sezioni.

  • Prima sezione, per i risultati migliori raggiunti a livello promozionale, empoli Pallavolo.
Le atlete dell’Empoli Pallavolo

La società ha ricevuto la certificazione di qualità per il settore giovanile e il riconoscimento di Scuola Federale di Pallavolo, inoltre nel 2016 è stata promossa in Serie D.

In bacheca nell’ultimo anno anche un 4° posto al campionato nazionale di Serie B2. La squadra Under 16 è stata promossa in Seconda Divisione.

  •  Seconda sezione, società sportiva che ha conseguito il miglior risultato a livello agonistico, Use Rosa Scotti.

Le ragazze hanno vinto il campionato femminile di basket e sono state promosse in A2, per loro la seconda promozione consecutiva. Il campionato si è concluso con la partecipazione ai Play Off, prima volta nella storia del basket empolese.

  • Terza sezione, atleta che ha conseguito il miglio risultato a livello agonistico: Matteo Carboncini (Hockey Empoli).

Convocato con la nazionale italiana di hockey in line ai Campionati Europei Under 18 ha vinto con la sua squadra la medaglia d’argento del secondo posto. Nel girone di qualificazione contro la Francia ha segnato un gol e ha realizzato un rigore decisivo nel finale dopo i supplementari.

  • Quarta sezione, personaggio empolese che per meriti sportivi ha contribuito a divulgare l’immagine della Città: Antonio di Natale.

Ormai ex giocatore dell’Udinese il premio vuol essere un riconoscimento alla carriera di uno degli attaccanti più forti della storia del calcio italiano. sesto realizzatore di sempre del campionato di serie A con 209 goal, ha giocato in Nazionale e si è formato calcisticamente nell’Empoli dove ha firmato alcune delle pagine più belle della storia recente del club segnando gol memorabili.

Con la maglia dell’Udinese ha vinto per 2 stagioni consecutive (2009-10 e 2010-11) la classifica cannonieri della Serie A. Nella classifica dei più prolifici realizzatori italiani, occupa l’ottava posizione con 311 gol.

  • Quinta sezione, per la promozione dello sport a livello sociale:Movimento Shalom Onlus.
Matteo Carboncini

Il premio è riferito all’organizzazione della partita insieme alla Nazionale Cantanti che si è volta a Empoli lo scorso 23 aprile.

Quasi diecimila persone al Castellani che, grazie anche agli sponsor, hanno raccolto oltre 50.000 euro per beneficenza e per le opere che il Movimento Shalom di Don Andrea Cristiani realizza in alcuni paesi africani. Un evento importante per Empoli e per tutta l’area.

  • Sesta sezione, premio giornalistico ‘Antonio Bassi’: Roberto Felici.

Roberto Felici è stato per quasi venticinque stagioni la voce radiofonica che ha raccontato le partite dell’Empoli F.C.. In assenza delle pay tv e delle partite in diretta televisiva, solo grazie al suo racconto, attraverso le emittenti radio locali, FataMorgana prima e Radio Lady dopo, era possibile sapere cosa accadeva agli azzurri nei campi di mezza Italia. Inoltre, nella sua carriera, ha saputo raccontare lo sport locale, a vari livelli, anche attraverso un’ampia attività giornalistica su carta stampata.

Inoltre, per questa edizione, sono previste tre menzioni speciali.

Una all’Use Pallavolo per l’iniziativa che ha visto protagonista il Museo del Vetro di Empoli il cui logo è stato portato sui campi delle categoria a cui partecipa la società empolese grazie alle maglie delle giocatrici nel ruolo di ‘libero.

Quindi a Martina Calugi della società Judo Kodokan la quale ha tenuto lezioni per ragazze e ragazzi fuggiti dalla guerra in Siria, ospiti nel campo profughi siriano di Akkarn Halba, nel nord del Libano, gestito dalla scuola Alishan Cultural Center.

Infine a Rachele Bruni, ex portacolori della TNT Nuoto Empoli, medaglia d’argento alle ultime olimpiaci di Rio De Janeiro nella 10 km.

Nel corso della serata al Cinema La Perla si esibiranno Lorenzo e Rachele Beneventano, della società Jump Empoli, campioni italiani di ballo a coppia, Lorenzo campione italiano anche nel singolo: i due fratelli ad aprile 2015 hanno partecipato alla trasmissione Ballando con le Stelle su Rai Uno, portando il nome di Empoli alla ribalta della tv nazionale.

LA STORIA DEL PREMIO ‘UNA CITTA’ PER LO SPORT’

Istituito nel 1996 con lo scopo di consegnare, in un’unica cerimonia alla presenza di rappresentanti delle società sportive e delle autorità locali, il giusto riconoscimento ad atleti e atlete e società che ogni anno si distinguono particolarmente per i risultati sportivi raggiunti.

Nel 1997 il Premio è stato intitolato alla memoria di Albano Aramini, assessore allo sport e vicesindaco, e rappresenta, quindi, il massimo riconoscimento per lo sport empolese consegnato dall’amministrazione comunale.

L’assegnazione del premio “Una città per lo sport – Albano Aramini” è decisa da una apposita Commissione composta dai rappresentanti degli organi di informazione locale e da esponenti del mondo sportivo empolese.

[comune empoli]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento