festa di san jacopo. IL MESSAGGIO DEL VESCOVO TARDELLI ALLA DIOCESI

Il culto jacopeo porta con sé un forte richiamo alla carità
Mons. Fausto Tardelli

PISTOIA. L’apostolo San Giacomo il maggiore non è soltanto il patrono della città di Pistoia. Lo è di tutta intera la diocesi. È un fratello e un amico di tutti noi. Ricordarlo e celebrarlo, chiedendone l’intercessione, deve dunque essere un’azione corale della nostra chiesa, di ogni parrocchia, associazione e movimento, come di ogni fedele.

In lui abbiamo un grande testimone della fede, fino all’effusione del sangue. Egli fu infatti il primo degli apostoli a subire il martirio, ucciso di spada per le mani del re Erode, come ci dice il libro degli Atti.

Fratello di Giovanni l’evangelista, fu pronto a lasciare le reti quando il Signore Gesù lo chiamò sulle rive del lago di Tiberiade per divenire pescatore di uomini. Spesso fu con Gesù nei momenti salienti della vita del salvatore. Un’antica tradizione dice che sia stato in Spagna a portare il Vangelo. Discepolo fedele di Cristo, membro del collegio apostolico, evangelizzatore, testimone di amore con il dono della propria vita: sono tanti i motivi per sentirci onorati di avere un così nobile e grande patrono.

Non va dimenticato poi il forte richiamo alla carità che il culto iacopeo porta con sé: infatti, dopo il ritrovamento dei resti mortali dell’apostolo a Santiago de Compostela, si sviluppò un vasto movimento di pellegrini che portò a quella singolare pratica dell’ospitalità e dell’accoglienza che fece fiorire ospizi, ospedali e luoghi di servizio e carità un pò dovunque, lungo le antiche vie di comunicazione.

Con questa mia breve lettera invito pertanto tutte le comunità parrocchiali a festeggiare solennemente San Jacopo il 25 di questo mese, ricordandone il suo significato per la vita cristiana.

Invito inoltre a pregare durante le SS. Messe del sabato e della domenica precedente la festa, cioè il 20 e il 21 di luglio, per la nostra diocesi e per la buona riuscita del pellegrinaggio diocesano in terra santa che partirà proprio subito dopo la festa di San Jacopo e che vedrà la partecipazione di un considerevole numero di giovani insieme ad un gruppo di disabili e dei loro assistenti.

Dato a Pistoia, il 17 luglio 2019, Festa della Madonna dell’umiltà

+ Fausto Tardelli

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email