FILMAVA ILLECITAMENTE I PROPRI CLIENTI. BOLLETTINO CARABINIERI 17 NOVEMBRE

Spiava i clienti con microtelecamere nascoste
Spiava i clienti con microtelecamere nascoste

MONTECATINI TERME. A conclusione di una approfondita ispezione effettuata qualche giorno fa, i militari della locale stazione hanno denunciato per illecite interferenze nella vita privata il titolare 49enne incensurato, di un bed & breakfast sito nella zona dell’ippodromo.

I carabinieri avevano raccolto la denuncia di alcuni clienti della struttura che lamentavano la probabile presenza di micro-telecamere nelle stanze che avevano occupato.

Nel corso dell’ispezione alla struttura alberghiera, i militari hanno effettivamente rinvenuto 5 microtelecamere collocate in tre camere e nei relativi bagni, camuffate nei sensori antifurto apposti agli infissi della struttura stessa.

È stato inoltre sequestrato un pc connesso al sistema e un hard disk esterno verosimilmente contenente i filmati illecitamente carpiti dal sistema di videosorveglianza clandestino, sulla cui presenza e soprattutto finalità, non è stata fornita alcuna spiegazione dall’interessato.

Pc e hard disk, su autorizzazione della Procura, saranno sottoposti ad un apposito esame tecnico forense previsto in questi casi.

fucili, pistole e munizioni [repertorio]
fucili, pistole e munizioni [repertorio]
MONTECATINI TERME. A seguito della segnalazione di un cacciatore, i militari della Radiomobile hanno recuperato, all’interno di un vivaio dismesso adiacente a via Ponte dei Bari, 5 fucili da caccia di varie marche e calibro, corredati da una quarantina di munizioni, oggetto di furto in abitazione avvenuto nella notte del 14 novembre a Pieve a Nievole ai danni di un operaio 48enne.

Nella circostanza, i ladri erano penetrati nell’abitazione in assenza del proprietario ed avevano asportato un intero armadio metallico contenente le armi e le munizioni ritrovate nonché due pistole, anche queste dotate di munizionamento che però, essendo molto più appetibili per la criminalità, non sono state rinvenute.

I fucili sono stati restituiti al legittimo proprietario.

carabinieri-arrestoAGLIANA. Nella serata di ieri i militari della locale stazione hanno eseguito un ordine di carcerazione per pene concorrenti emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Arezzo nei confronti di C.R., 41enne commerciante domiciliato ad Agliana.

L’uomo, che è stato trasferito preso il carcere di Prato, dovrà scontare nove mesi di reclusione per una truffa commessa a Firenze nel 2006 e ingiuria e molestie alle persone commessi ad Arezzo nel 2008.

[l/a – carabinieri]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento