FLASH MOB CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

Il flash mob in piazza Duomo
Il flash mob in piazza Duomo

PISTOIA. Ogni iniziativa promossa per sensibilizzare l’olocausto della violenza perpetrata sulle donne, come su qualsiasi altro soggetto, è da benedire: dunque complimenti, e tutta la nostra solidarietà, al flash mob organizzato ieri sera, in piazza del Duomo a Pistoia, dal Movimento 13 febbraio.

Ci permettiamo il lusso di obbiettare che questi sit in, che ribadiamo, sono tristemente indispensabili, non foss’altro per non abituarci a questa macabra mattanza quotidiana, dovrebbero essere decisamente più spontanei e meno scenografici.

Incontrarsi in piazza e fermarci: a pensare, a ballare, a urlare tutta la nostra rabbia, desolazione e soprattutto impotenza al cospetto di una violenza sorda e cruenta e sovente impunita non può che incontrare il favore di ogni essere umano; solo le bestie, viste nelle rappresentazioni dei gironi infernali danteschi, potrebbero dissentire. Tutti gli altri, la maggior parte delle persone, sono i padri, i mariti, i compagni e gli amici delle donne offese, violate, ferite, uccise.

Basterebbe una giustizia che funziona, forse, o meno ipocrita e buonista, forse, a ridurre sensibilmente, se non ad azzerare, i livelli inumani della società. E a tal proposito si potrebbe rispolverare un vecchio slogan degli anni ’70, uno di quelli che si urlava nelle manifestazioni della sinistra extraparlamentare: colpire uno per educarne cento.

È vero: che cento capiscano è tutto da dimostrare, ma quell’uno, colpito, del male, non ne farebbe più!

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento