forteguerriana. LA STORIA DELLE RAPPRESENTAZIONI FUNEBRI ATTRAVERSO DIPINTI

Appuntamento oggi alle 16 nella sala Gatteschi. Ne parlerà la storica Francesca Rafanelli
Francesca Rafanelli

PISTOIA. Oggi giovedì 27 febbraio alle ore 16 nella sala Gatteschi della biblioteca Forteguerriana Francesca Rafanelli parlerà de Il sonno della morte: ricordi, applausi poetici e memorie funebri nelle raccolte della Forteguerriana. Seguirà una visita guidata ad una esposizione di ricordi nella sala Gatteschi.

L’iniziativa, che fa parte del ciclo La Forteguerriana racconta Pistoia, ripercorrerà la storia dei ricordi e delle rappresentazioni funebri a partire da dipinti, sculture e testi antichi per arrivare all’illustrazione dei santini funebri e dei luttini dedicati ad illustri pistoiesi.

Sembra che la nascita e la diffusione del luttino sia già attestata nella prima metà del Seicento, ma è solo nell’Ottocento e Novecento che l’usanza di realizzare un rettangolino di carta con la foto e i dati anagrafici del caro estinto, spesso uniti alla presenza protettiva di un’immagine sacra, vedrà il suo exploit insieme a quello dell’arte funeraria in genere.

Nella biblioteca Forteguerriana si conserva una ricca collezione di santini funebri, luttini, applausi poetici per morte grazie a due instancabili raccoglitori, Alberto Chiappelli e Guido Macciò. Alcuni di questi documenti saranno mostrati e commentati da Francesca Rafanelli nel corso della sua conferenza.

Francesca Rafanelli, storica e storica dell’arte, bibliotecaria e archivista, presidente dell’associazione Amici della Forteguerriana, ha all’attivo molti saggi, conferenze e interventi su temi di interesse locale.

[comune di pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email