forteguerriana. “LE MILLE, I PRIMATI DELLE DONNE”

La copertina del libro

PISTOIA. Continuano gli incontri del ciclo autunnale per l’anno 2017 di “Leggere, raccontare, incontrarsi…”, che all’interno delle sedi della Biblioteca San Giorgio e della Biblioteca Forteguerriana propongono una serie di appuntamenti con gli autori che hanno lo scopo di promuovere la conoscenza di scrittori e storie pistoiesi, nonché degli editori locali, spesso piccole realtà impegnate nel diffondere la cultura, la storia e le tradizioni del territorio.

Il prossimo incontro si tiene sabato 18 novembre alle 17 nella Sala Gatteschi della Biblioteca Forteguerriana, dove è stato spostato rispetto al programma iniziale che lo prevedeva in biblioteca San Giorgio, e propone la presentazione del libro “Le mille. I primati delle donne”, curato da Ester Rizzo e pubblicato dalla casa editrice Navarra nel 2016. Intervengono Antonella Cotti, in rappresentanza dell’associazione Toponomastica femminile, Susanna Daniele, giornalista e scrittrice, Laura Candiani e Daniela Domenici, due delle autrici del libro.

Frutto di una ricerca condotta da Toponomastica femminile il volume, scritto a più mani, intende ricordare mille donne di tutti i tempi e di tutti i luoghi che hanno conseguito un primato, spesso non riconosciuto dalla cosiddetta “cultura ufficiale”.

Attraverso un percorso trasversale che intreccia discipline, accademiche e non, premi, titoli, ambiti artistici e professionali, tra storia antica e presente, riemergono ritratti di giornaliste, mediche, pittrici, registe, viaggiatrici, scienziate, a fianco di lavoratrici e politiche, che spesso hanno pagato a caro prezzo ogni passo avanti in un cammino irto di ostacoli, fra stereotipi e pregiudizi. Con un linguaggio rispettoso del genere e del corretto uso della lingua italiana, in cui mansioni ed incarichi sono declinati al femminile per fare risaltare la legittima presenza delle donne in tutti gli ambiti sociali e culturali, il volume intende ricordare alle future generazioni che i diritti acquisiti dalle donne sono costati fatica ed a volte anche il sacrificio della stessa vita.

Ada Negri, Marguerite Yourcenar, Ipazia, Leonilde Iotti, Maria Teresa d’Asburgo, Matilde Serao, Vittoria Giunti, Samantha Cristoforetti, Marie Curie, Grazia Deledda, Rita Levi Montalcini: le Mille sono un esercito pacifico che, attraverso i secoli e le nazioni, ha aperto la strada a milioni di altre donne che hanno deciso di intraprendere lo stesso cammino.

Toponomastica femminile, l’associazione che ha curato la pubblicazione del libro, è nata a seguito dell’attenzione ricevuta da un gruppo omonimo nato su Facebook nel 2012 su iniziativa di Maria Pia Ercolini (che oggi è coordinatrice nazionale dell’associazione) con l’idea di promuovere ricerche e fare pressioni su ogni singolo territorio affinché strade, piazze e vari luoghi urbani siano intitolati alle donne. Da allora sono molte le campagne portate avanti e numerose le nuove adesioni al gruppo, a dimostrazione di un interesse crescente sostenuto e registrato anche da stampa, radio e televisione, nazionali e internazionali. Attiva in tutta Italia, a livello locale l’associazione ha promosso due pubblicazioni: “Donne mal dette e nascoste nel territorio e nelle strade italiane” di Riccardo Tomassucci e Laura Candiani (2016) e la guida “Pistoia. Tracce, storie e percorsi di donne” di Marta Beneforti, Laura Candiani e Laura Galigani (2017).

[daniele – comune pistoia]

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento