fotogallery. A PIAN DEI TERMINI: “OSSERVANDO” MONTI E TRAMONTI

Dal 1990 si osservano: galassie, stelle, comete, pianeti, pianetini e asteroidi con i due telescopi dell’osservatorio astronomico; da sempre si ammirano i vasti panorami su valli e crinali di quest’angolo di montagna

Pian dei Termini è a tre chilometri o poco più dalla piazza di Gavinana, piccolo borgo della Montagna Pistoiese, famoso per la battaglia del 1530 in cui si scontrarono l’esercito imperiale di Carlo V e le truppe della Repubblica Fiorentina, da fare preferibilmente a piedi.

Dal 1990 si osservano: galassie, stelle, comete, pianeti, pianetini e asteroidi con i due telescopi dell’osservatorio astronomico; da sempre si ammirano i vasti panorami su valli e crinali di quest’angolo di montagna.

La neve, l’aria tersa, il sole che tramonta dietro la Penna di Lucchio; in lontananza le vette della Alpi Apuane; più vicine quelle del Libro Aperto, del Cimone, del Cornaccio e la gente, tanta, nei campi con bob, slittini o altro purché in grado di scivolare.

Marco Ferrari
[marcoferrari@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email