frana pian dei sisi. “SOLI MA DETERMINATI”, LA DENUNCIA DEL SINDACO PETRUCCI

La frana in Pian dei Sisi

ABETONE CUTIGLIANO. La montagna lasciata ancora da sola, ma abbiamo le spalle larghe e siamo abituati a lottare.

La montagna è un territorio fragile e gli eventi di questi giorni ne sono, purtroppo, una ulteriore conferma. Purtroppo, però, dobbiamo a malincuore prendere atto del fatto che siamo da soli e che dobbiamo fare fronte a problemi che sono più grossi di noi, ma, per fortuna, siamo abituati a lottare.

Da ormai tre giorni abbiamo dovuto evacuare una intera frazione, compresi bambini (il più piccolo ha appena due mesi), disabili e anziani infermi ultra novantenni, ospitati in parte da propri parenti, in parte dalla generosità della Parrocchia e di alcune strutture alberghiere; una centrale elettrica ferma; una strada statale chiusa; il torrente Lima danneggiato eppure sembra di essere gli unici a preoccuparcene e a dovercene occupare.

Con la Strada Statale 12 chiusa è possibile raggiungere il passo di Abetone e la relativa stazione sciistica solamente attraverso la strada provinciale 20. Strada provinciale che – voglio sottolinearlo con fermezza – se non fosse stato per la nostra determinazione, la nostra caparbietà e il nostro intervento concreto sarebbe chiusa da tempo!!! Consentitemelo: adesso torna utile anche quella!

Diego Petrucci

Ebbene, come detto, siamo in presenza di un evento che coinvolge Anas, Enel, ci sono 23 persone sfollate dalle proprie abitazioni, il rischio di un aggravamento anche rispetto al normale deflusso del Fiume Lima, con la gravità di quello che potrebbe conseguirne e ad oggi non si è ancora vista nessuna delle altre istituzioni, né nessuno si è fatto sentire se non interpellato da noi, o peggio ancora, chi è intervenuto, come la Regione, non ha voluto formalmente partecipare ai lavori del coordinamento tecnico che abbiamo prontamente istituito, dichiarandosi incompetente.

Ci saremmo aspettati di vedere sul posto le nostre istituzioni, la Regione e la Provincia per prime ed, invece, lo ribadisco con profonda amarezza dopo tre giorni non si è visto nessuno: siamo soli!

Abbiamo chiesto la convocazione di un tavolo di coordinamento sovracomunale che coinvolgesse tutte le istituzioni, ad ora non abbiamo ricevuto risposta alcuna.

Soli ma determinati. Abbiamo chiesto ed ottenuto che i rilievi e le indagini sul luogo dell’evento venissero effettuate da tecnici anche di nostra fiducia e per questo ringraziamo Enel per l’accordo raggiunto. Valuteremo con attenzione le cause e le responsabilità di quanto accaduto, avendo come priorità assoluta la sicurezza degli abitanti e la messa in ripristino degli immobili e dei luoghi interessati dall’evento franoso.

Ci siamo presi la responsabilità di indicare, rispetto alla viabilità, una soluzione che potesse assicurare il raggiungimento del comprensorio sciistico di Abetone per il fine settimana, in modo da tutelare le tante attività presenti ed i tanti turisti che amano la nostra montagna.

Al contempo Voglio ringraziare l’Arma dei Carabinieri per il supporto dato, Anas ed i tecnici intervenuti, la Giunta ed i consiglieri comunali che con fermezza e competenza sono stati, come si suol dire, ‘al pezzo’ 24 ore su 24.

Diego Petrucci

Sindaco Abetone Cutigliano

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento