FRANCESCHI CONTRO L’ARROGANZA DELL’ASSESSORE “FENOMENO” CECCONI

Oliviero Franceschi (Un’altra Pescia)
Oliviero Franceschi (Un’altra Pescia)

PESCIA. Leggiamo la replica dell’assessore Cecconi nei confronti di una interrogazione delle minoranze. L’unica cosa degna di nota in quello sproloquio risulta essere la consueta arroganza dell’assessore “fenomeno”, che non sopporta le critiche, anche quelle garbate.

Ma ha provato a chiedersi come mai i cittadini che all’inizio erano stati illusi dall’esistenza della bacchetta magica oggi si rivolgono a noi sconcertati e delusi?

Eppure da professionista della politica dovrebbe sapere che l’opposizione ha il dovere di svolgere il suo compito, forse, nelle sue precedenti e ripetute esperienze di Assessore e Sindaco, ha sempre avuto maggioranze bulgare e/o minoranze compiacenti, ed è stato “bello chiotto” al caldo del Partitone.

Non sopporta le critiche, e scarica sempre tutto sulle giunte precedenti. Ma se a Pescia il suo Sindaco non ha trovato qualcuno in grado di ricoprire quel ruolo, è evidente che lui è il numero uno. E allora la smetta di frignare e risolva i problemi.

Anche perchè è talmente bravo che probabilmente lo rimanderanno presto al suo paesello, e magari è questo che gli rode.

Prima sarà, meglio sarà: come diceva un comico interpretando un personaggio suo omonimo,”fusse che fusse la vorta bona”.

Oliviero Franceschi
Un’altraPescia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento