FRANCO BUFFONI DIALOGA CON PAOLO FABRIZIO IACUZZI

Domani, 13 febbraio, alle 17:30, alla libreria Lo Spazio, incontro con uno dei finalisti del Ceppo 2015
Franco Buffoni a dialogo con Paolo Jacuzzi
Franco Buffoni a dialogo con Paolo Iacuzzi

PISTOIA. Domani, venerdì 13 febbraio, alle 17.30, presso la libreria Lo Spazio di via dell’Ospizio, a Pistoia, Franco Buffoni dialoga con Paolo Fabrizio Iacuzzi sul libro di poesie Jucci (Mondadori 2014), vincitore del Premio Selezione Ceppo e finalista al Premio Ceppo 2015 e incontra la Divina Commedia di Dante Alighieri con Francesca, Pia e le tre donne benedette.
Questo secondo incontro dei Racconti immaginari del Ceppo rientra nel progetto educativo Lettori Uniti del Ceppo. Questo e i due successivi appuntamenti (il 20 febbraio con Alba Donati e il 28 febbraio con Sebastiano Aglieco) sono dedicati ai vincitori del Premio Selezione Ceppo e finalisti al Premio Ceppo 2015, che presentano la loro opera vincitrice e parlano del rapporto con Dante in occasione del 750° anniversario della nascita.

All’incontro, aperto a tutti, hanno già aderito insegnanti e studenti delle scuole secondarie di secondo grado, ma anche i 21 membri della Giuria dei Giovani Lettori che il 21 marzo, nella Sala Maggiore del Palazzo Comunale, dalle 16 alle 18,30, voteranno Buffoni e gli altri poeti in diretta per eleggere il vincitore del Premio Ceppo 2015.

“Franco Buffoni, in versi spesso commossi, ma sempre fermissimi nel tono e quanto mai lucidi nello sguardo sul proprio passato, ci racconta di un amore giovanile, dell’incontro con una donna sensibilissima e sapiente, con la quale aveva trascorso indimenticabili momenti di un sentimento tanto forte e autentico da andare oltre i confini stessi del sesso”, si legge nella presentazione del libro.

“Il ritorno di un poeta nei luoghi dell’amore e della morte – afferma Paolo Fabrizio Iacuzzi – . E dentro un’intera tradizione che da Dante e Petrarca arriva a Shakespeare e approda a oggi. Non per celebrare la follia di una passione o elaborare il lutto di una perdita, ma per mettere in scena un singolare, ora crudele e ora surreale commedia degli affetti, un romanzo in versi che ha l’azzardo di un’estrema esperienza fisica e mentale”.

Franco Buffoni è nato a Gallarate nel 1948 e vive a Roma. Saggista (L’ipotesi di Malin, Marcos y Marcos 2007), narratore (l’ultimo è La casa di via Palestro (Marcos y Marcos 2014) e traduttore (Poeti romantici inglesi, Mondadori 2005), ha insegnato per trent’anni letteratura inglese e letteratura comparata. Ha fondato e dirige la rivista “Testo a fronte”. Come poeta ha esordito nel 1978, presentato da Giovanni Raboni su “Paragone”. Il suo lavoro poetico è stato raccolto in Poesie 1975-2012 (Mondadori 2012).

[libreria lo spazio]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento