frase razzista. L’AUTORE DEL DEPRECABILE GESTO NON È SOCIO COOP

La ferma condanna di Unicoop Firenze. L’incontro del presidente del consiglio di sorveglianza di Unicoop Firenze con la lavoratrice

Nella foto, la Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Unicoop Firenze, Daniela Mori, che ha incontrato la lavoratrice nel punto vendita Coop.fi di Pistoia esprimendole la solidarietà di tutta la Cooperativa

PISTOIA. [a.b.] A seguito di verifiche necessarie effettuata da Unicoop  è stato appurato che l’autore del deprecabile gesto contro una commessa della Coop di Pistoia “non è socio Coop”.

In una nota ufficiale i vertici Unicoop hanno espresso piena solidarietà al proprio dipendente dopo che la presidente del consiglio di sorveglianza di Unicoop Daniela Mori ha incontrato la lavoratrice nel punto vendita Coop,fi di Pistoia.

Ecco la nota:

Relativamente a quanto pubblicato da alcuni organi di stampa circa l’episodio avvenuto nei confronti di una lavoratrice del punto vendita Coopfi di Pistoia (http://bit.ly/repfi),

 Unicoop Firenze esprime piena solidarietà alla propria lavoratrice e ribadisce la sua condanna nei confronti di ogni atto e comportamento di discriminazione razziale.

 La Cooperativa ha a cuore il benessere di tutti i propri dipendenti senza i quali non potrebbe garantire servizi di qualità ai soci e clienti che, quotidianamente, frequentano i punti vendita.

 Unicoop Firenze dichiara che simili atteggiamenti non possono essere tollerati e ribadisce la centralità della tolleranza e del rispetto reciproco come valori fondanti all’interno dell’impresa e nel più ampio contesto sociale.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email