FUNIVIA DOGANACCIA – LAGO SCAFFAIOLO. SOPRALLUOGO DI REGIONE, PROVINCIA E COMUNI

L’idea progettuale prevede la limitazione dei volumi di cemento armato, la realizzazione di una stazione inserita nella montagna e l’ottimizzazione energetica per l’esercizio dell’impianto”

Lago Scaffaiolo: al centro Luca Marmo e Eugenio Giani

DOGANACCIA. [M.F.] Ieri, martedì 1 giugno, Regione Toscana, Provincia di Pistoia, Sovrintendenza e i Comuni di San Marcello Piteglio e Abetone Cutigliano hanno effettuato un sopralluogo sui crinali dell’Appennino Pistoiese per valutare l’impatto paesaggistico di una funivia bifune a va e vieni tra la Doganaccia e il Lago Scaffaiolo.

Per la Regione Toscana era presente il presidente Eugenio Giani.

“L’impianto in progetto – comunica la Provincia di Pistoia – ha le caratteristiche seguenti: lunghezza complessiva di 1600 metri, trasferimento di 45 passeggeri con una corsa di soli 6 minuti. L’infrastruttura consentirà un decisivo passo avanti per lo sviluppo del turismo estivo ed invernale del comprensorio tosco emiliano, compreso la Doganaccia e il Corno alle Scale.

Obiettivo del sopralluogo è anche la definizione degli aspetti relativi all’inserimento nel contesto paesaggistico locale. L’idea progettuale prevede la limitazione dei volumi di cemento armato, la realizzazione di una stazione inserita nella montagna e l’ottimizzazione energetica per l’esercizio dell’impianto.

Per Luca Marmo, presidente della Provincia di Pistoia questo rappresenta: “Un significativo passo in avanti nella direzione della ricerca di equilibrio fra il necessario rispetto dell’ambiente e il valore di una infrastruttura che lega la regione Toscana con l’Emilia in chiave di valorizzazione turistica e di fruizione del territorio”.

Rimani aggiornato con le notizie della Montagna Pistoiese:

#Telegram

#Twitter

#Facebook

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email