“FUOR DALL’USCIO DEL MIO GUSCIO” SECONDA EDIZIONE

La locandina
La locandina

PISTOIA. Si chiama “Fuor dall’uscio del mio guscio” ed è la seconda edizione di un ricco programma di seminari, attività formative, aggiornamenti professionali e di comunicazione con la città che si sta svolgendo a Pistoia tra dicembre e maggio. L’iniziativa è promossa dal Comune insieme alle cooperative sociali Pantagruel e Arkè (assegnatarie della gestione di servizi socio-educativi), in collaborazione con l’associazione di volontariato Arcobaleno, gli Istituti Raggruppati, gli istituti comprensivi Raffaello, Marconi-Frosini, Leonardo da Vinci, Martin Luther King e con il contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Pistoia e Pescia.

Il percorso ha la finalità di documentare l’evoluzione dei servizi socio-educativi a Pistoia e le innovazioni progettate e sperimentate negli ultimi anni, restituendo alla città non solo il lavoro svolto, ma anche i risultati ottenuti e i contenuti della recente ricerca pedagogica, sociologica e metodologica sui giovani, le famiglie e la rete dei servizi socio-educativi. Inoltre, con i tanti eventi in programma, si intende aggiornare la riflessione teorica sugli adolescenti e condividere con scuole e insegnanti la valutazione dei percorsi di cooperazione educativa integrata già sperimentati e progettarne di nuovi. Si tratta di un settore in cui l’Amministrazione comunale ha investito significative risorse economiche e di personale e che ha restituito risultati significativi.

Nell’ambito del programma “Fuor dall’uscio del mio guscio”,  nel mese di gennaio sono in programma tre giornate di approfondimento sul rapporto tra scuola e servizi socio educativi.

Il protocollo firmato tre anni fa da tutti gli Istituti Comprensivi , dal Comune di Pistoia e da alcune realtà del privato sociale, ha inteso dare forza, contenuti ed indirizzi alla cooperazione educativa fra scuola e servizi socio educativi strutturati del territorio, valorizzando pienamente la storica funzione “collaterale” svolta dai centri socio educativi semiresidenziali e aprendo la strada a nuove forme di collaborazione integrata.

Si sono quindi progettate e sperimentate negli ultimi due anni azioni in cui si è realizzata una condivisione “perfetta” di percorsi condotti dagli insegnanti e dagli operatori dei servizi socio educativi, per costruire opportunità di azioni formative svolte dentro la scuole e rivolte a tutti gli alunni di una classe.

I seminari intendono documentare le sperimentazioni in atto e indicare possibili linee di sviluppo, sulla base di un aggiornamento dei risultati della ricerca pedagogica e di nuove proposte.

Un primo evento formativo si terrà giovedì 21 gennaio, dalle 15, al teatro Bolognini, un confronto aperto sul ruolo delle emozioni, della comunicazione del sé, dell´ascolto degli altri e della socialità, nell´apprendimento e nella crescita, a scuola come nella vita, seguito dalla proiezione del film Educazione affettiva prodotto da Ardaco Productions in collaborazione con Scuola Città Pestalozzi e Toscana Film Commission.

Il giorno successivo, venerdì 22 gennaio all´Uniser, dalle 8 verrà puntata l´attenzione sulla Cooperazione educativa integrata tra scuola e servizi territoriali: il modello Pistoia, sarà presente l’assessore alla cultura del Comune di Pistoia Elena Becheri e a seguire Federica Taddei, funzionario del Comune di Pistoia, tratterà il tema “Innovare la funzione sociale ed educativa delle istituzioni locali. Il modello Pistoia fra progetto, concreta sperimentazione e verifica”.

Seguirà l’intervento di Ezio Menchi della direzione Ics con “The long and winding road. Idee per conciliare policentrismo educativo ed unicità dell’esperienza di crescita” e la lezione del professor Davide Parmigiani dell’ università di Genova con “Walkin’ the border: progettare fra la strada e la scuola”.

Dalle 14.30 alle 17.30 sarà la volta di due workshop interattivi su come progettare luoghi educativi.

1° gruppo. Conducono Davide Parmigiani e Andrea Traverso dell’Università di Genova e avrà per oggetto “Partecipazione, ambienti, contesti. Progettare luoghi educativi”.

2° gruppo. Conducono Francesca Rizzato e Lucia Tealdi della Scuola internazionale superiore di studi avanzati di Trieste sul tema “Logica e creatività a portata di gioco. Da utente a inventore: un approccio divertente alla programmazione tramite Scratch”.

Sabato 23 gennaio alla biblioteca San Giorgio, un ulteriore momento di approfondimento sull´integrazione educativa tra scuola e territorio. La mattinata, coordinata da Donatella Giovannetti del comune di Pistoia, si concluderà con un intervento del sindaco Samuele Bertinelli.

Interverranno ai lavori Patrizia Tesi, dirigente Ic “Raffaello” di Pistoia con “Sperimentare nuove opportunità educative in una scuola che cambia” seguita da un intervento a più voci con

Lucia Antenore e Chiara Giorgetti insegnanti dell’istituto comprensivo Marconi – Frosini.

A seguire l’intervento di Alessandro Soldi della direzione I.c.s. sul tema “Analisi di un’esperienza di integrazione educativa fra scuola e territorio”, infine Sara Frangioni, educatrice I.C.S. su “Come vola l’aquilone”.

Oltre alle esperienze locali la mattinata sarà arricchita dal contributo della lezione del professor Andrea Traverso dell’ Università di Genova dal titolo “Pedagogie in dialogo. Modelli di progettazione educativa e partecipazione sociale”.

Un´ulteriore giornata di formazione si terrà sabato 27 febbraio all’Uniser a partire dalle 9 sul tema ”Le molte adolescenze. Le molte opportunità.2”, seguito alle 15 dalla proiezione del film Noi credevamo di Mario Martone.

Le attività sono rivolte a educatori, operatori sociali e socio-sanitari, dirigenti scolastici, insegnanti, responsabili di servizi sociali e educativi, studenti. C’è ancora tempo per iscriversi. Le richieste saranno accolte fino a esaurimento posti. Per le giornate di formazione è richiesto l’accreditamento all’ordine degli assistenti sociali della Toscana e i corsi sono validi per l’aggiornamenti di dirigenti scolastici, docenti e personale Ata.

Per informazioni su tutte le iniziative e iscrizioni al seminario è possibile rivolgersi ai servizi sociali del Comune in via Capitini 7, referente Donatella Giovannetti, telefono 0573 371406, indirizzo di posta elettronica d.giovannetti@comune.pistoia.it.

[daniele – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento