FURTI A MAN BASSA, ALBANESI ARRESTATI. BOLLETTINO CARABINIERI 30 GIUGNO

carabinieri-arrestoPISTOIA. Eseguite nel pomeriggio di ieri due misure cautelari, una in carcere e l’altra con obbligo di dimora, emesse dal Gip presso il Tribunale di Pistoia dott.ssa Patrizia Martucci, nei confronti di cittadini albanesi indagati per una serie di furti commessi insieme ad altri due connazionali, anch’essi destinatari di misure cautelari, che però non sono stati rintracciati e sono attivamente ricercati anche all’estero.

Fra l’aprile e il maggio scorsi, i militari del Norm della Compagnia di Pistoia, nell’ambito di una rapida indagine coordinata dal dott. Giuseppe Grieco della Procura di Pistoia, hanno raccolto una serie di pesanti indizi nei confronti di quattro giovani di nazionalità albanese fra i 26 e i 20 anni, tutti con vari di pregiudizi di polizia a loro carico.

La vicenda era stata avviata con l’arresto in flagranza di G.P., 25enne, al quale la misura cautelare in carcere è stata notificata preso la casa circondariale di Prato ove si trova dal 30 aprile scorso, quando fu sorpreso in un’abitazione di via Bonellina, ove fingeva di avervi passato la notte, quando invece era sfuggito a un controllo della Radiomobile e della stazione di Agliana alla Ferruccia, avvenuto poco prima.

Nella circostanza secondo la ricostruzione degli inquirenti, alla vista dei militari che gli intimavano l’alt, aveva abbandonato una Fiat Stilo utilizzata per commettere i furti, a bordo della quale c’erano vari attrezzi da scasso.

Nella casa in cui poi è stato rintracciato, i militari avevano trovato una serie di oggetti trafugati nel corso di precedenti furti, alcuni riconducibili a furti avvenuti in provincia, altri a furti commessi altrove e per molti dei quali si attende di identificarne i legittimi proprietari.

Le attività hanno consentito di accertare le responsabilità anche di altri tre giovani, V.P., 26enne, destinatario rintracciato al quale è stato comminato l’obbligo di dimora; di S.P., 24enne, destinatario della misura in carcere e fuggito molto probabilmente all’estero così come M.P., 20enne destinatario dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Dei furti, tutti commessi in abitazione fra il 22 il 30 aprile di quest’anno, e attribuiti con varie responsabilità ai componenti del quartetto, sono avvenuti quattro ad Agliana e tre tentativi e uno riuscito a Quarrata.

Nel corso del “raid” sono stati trafugati una Fiat Punto, rinvenuta successivamente, vari monili in oro e un orologio di pregio, circa tremila euro, dollari, rubli e lek albanesi per un controvalore di circa milleduecento euro, e varie carte di credito.

Il quartetto è stata denunciato anche per la ricettazione di un televisore rubato a Larciano il 20 aprile scorso e per la falsa denuncia di furto della Fiat Stilo abbandonata precipitosamente la notte del 30 aprile, nel tentativo di sviare le indagini.

Il solo P.V. per il favoreggiamento personale nei confronti dei complici per avere consentito loro di utilizzare la sua abitazione come “base” logistica per rifugiarvisi dopo avere commesso i furti e custodire parte del bottino.

cc-carabinieriVALDINIEVOLE. Nel fine settimana e nella giornata di ieri, le stazioni della Valdinievole hanno proceduto al rintraccio e alla notifica di due provvedimenti restrittivi della libertà personale nei confronti di altrettante persone.

A Buggiano i militari della locale stazione hanno proceduto a notificare un’ordinanza di detenzione domiciliare di due mesi e dieci giorni a M.M., 56enne imprenditore, con alcuni pregiudizi di polizia a suo carico, per omesso versamento di contributi assistenziali e previdenziali, emessa dal Tribunale di Firenze.

A Montecatini Terme, i militari della locale stazione hanno trasferito al carcere di Prato, E.I., 36enne pregiudicato di origini nigeriane, colpito da un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Pistoia per lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale commessi l’anno scorso a Montecatini.

[l/a – carabinieri]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento