«GARANTITE I NOSTRI SPAZI-PISCINA, NON UCCIDETE IL NUOTO»

Nuotatori agonisti
Nuotatori agonisti

PISTOIA. Visto l’attuale “caos piscine” a Pistoia, la Nuotatori Pistoiesi intende, tramite questo comunicato, far sentire la propria voce alla cittadinanza grazie ai mass media che ci faranno la cortesia di pubblicarlo.

La Nuotatori Pistoiesi è sorta dalla fusione di tre storiche società: Centro Nuoto, Boario Nuoto e Dlf Nuoto, di cui ha raccolto tradizione e organizzazione.

Dalla stagione 1992/93 ad oggi ha esercitato continuativamente l’attività agonistica alla piscina Boario (di proprietà comunale) e l’insegnamento del nuoto alla “Silvano Fedi” (provinciale), sino a divenire un’eccellenza (non perché siamo soliti dirci bravi da soli, ma perché c’è riconosciuto dai risultati raggiunti, in Italia e all’estero, nell’agonismo e dalla notevole diffusione del nostro sport in città e provincia).

In questo momento la Nuotatori Pistoiesi corre il serio rischio di morire a causa di una possibile scelta politica sbagliata. Accadrebbe qualora si assegnasse la piscina Silvano Fedi (unico impianto natatorio di Pistoia-città veramente pubblico) ai privati per meri scopi economici, senza tutelare, com’è sempre stato fatto in passato, i nostri spazi.

Bonacchi
Niccolò Bonacchi
Nesti
Alice Nesti

Perché è vero che noi siamo quelli dei risultati agonistici (da Alice Nesti finalista olimpica e mondiale, campionessa europea con la staffetta 4x200m stile libero, a Niccolò Bonacchi primatista italiano assoluto e di tutte le categorie giovanili, 5 volte campione tricolore assoluto, medagliato agli Europei di Herning 2013 e ai Mondiali di Doha 2014, campione europeo juniores e bronzo ai Mondiali juniores, passando per Giulia Gabbrielleschi, vice campionessa europea juniores e medagliata in Coppa Europa di fondo, e Yari Venturi, nazionale giovanile.

Senza dimenticare i talenti passati che hanno portato i colori di Pistoia nel mondo, da Vanni Mangoni a Raffaella Tius, da Giacomo Mungai a Sheila Gironi e a decine di altri ancora), ma anche coloro che, con un lavoro altamente professionale, hanno contribuito a diffondere il nuoto per la gioia e la salute dei ragazzi, per il salvamento e il benessere generale della popolazione pistoiese e dei  cittadini più svantaggiati.

Tutto ciò è stato reso possibile dalla riscossione delle quote dei corsi, unica nostra risorsa che ci ha consentito di sostenere le spese di trasferta e partecipazione alle gare nazionali e internazionali e i canoni di utilizzo degli impianti (la “Pistoiesi” sopporta costi esorbitanti, di gran lunga più elevati di quelli sostenuti da altre discipline sportive).

Se ora la Provincia di Pistoia consegnasse la “Silvano Fedi” a società di gestione il cui unico scopo, anche se non dichiarato, è il mero profitto, senza più tutelare i nostri spazi-piscina, condannerebbe a morte certa la nostra società e con noi le aspirazioni di tutti i giovani pistoiesi che desiderano fare nuoto agonistico.

Gabrielleschi
Giulia Gabrielleschi
Venturi
Yari Venturi

Il nuoto è figlio di un Dio minore? Per il calcio il sindaco Berti scese letteralmente in campo per salvare la Pistoiese. Confidiamo che il nostro sindaco, Bertinelli, scelga oggi di difendere e tutelare i suoi cittadini e con questi l’unica società comunale impegnata nel nuoto agonistico e i suoi atleti.

Il presidente della provincia Vanni, primo cittadino di Monsummano Terme, conosce  veramente la realtà sportiva di Pistoia? È consapevole di quanto una scelta sbagliata o frettolosa nell’affidamento della piscina Fedi provocherebbe nel panorama sportivo pistoiese?

Ci batteremo contro la possibilità che avvenga questo scempio con tutte le nostre forze, in tutte le sedi opportune. La Fedi è piscina realizzata con i soldi dei contribuenti e come tale deve rimanere di pubblica utilità. Invitiamo chi di dovere a pensare a una politica sportiva che non faccia prevalere gli interessi personali e il business su principi e valori e sul bene collettivo.

Rinnoviamo la nostra disponibilità al confronto e chiediamo di partecipare al percorso decisionale relativo al futuro della “Fedi”. Bertinelli, Vanni, garantite i nostri spazi-piscina, non uccidete il nuoto! Ne sareste responsabili non solo dinnanzi ai nostri numerosi ragazzi e alle loro famiglie, ma a tutta la città di Pistoia.

[ufficio stampa nuotatori pistoiesi]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento