gavinana. A CACCIA DI ASTEROIDI

Con il Gamp all’Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese per la seconda edizione dell’Asteroid Day

Asteroid Day 2016GAVINANA. Un piccolo corpo celeste di appena appena 30 metri di diametro entra nell’atmosfera terrestre: è un asteroide, si incendia e inizia a precipitare a velocità impressionante verso la superficie del pianeta.

A circa 10 km di altezza dal suolo esplode con una potenza 400 volte superiore a quella della bomba sganciata su Hiroshima.

Un’intera foresta di 80 milioni di alberi, in un’area di 2000 km quadrati, viene completamente rasa al suolo: siamo nel 1908 a Tunguska una regione della Siberia centrale.

Poco più di 100 anni fa, si è quindi verificato un evento potenzialmente capace di distruggere una grande area metropolitana. Fortunatamente sono eventi non troppo frequenti ma neppure così rari come si potrebbe pensare.

Di piccoli asteroidi come questi nel sistema solare ne esistono, secondo le stime, a milioni e solo una piccola percentuale inferiore all’1% è stata scoperta. Sono quelli che rappresentano il maggior pericolo per la Terra, perché individuabili solo poche ore prima dell’impatto.

Oggi, per la ricorrenza dell’evento di Tunguska, avvenuto il 30 giugno, il Gamp, il Gruppo Astrofili Montagna Pistoiese, anche quest’anno, aderisce all’Asteroid Day, la giornata di sensibilizzazione sul pericolo di impatto asteroidale, giunta alla 2.a edizione.

L’osservatorio astronomico di Pian dei Termini
L’osservatorio astronomico di Pian dei Termini

Per l’occasione l’Osservatorio Astronomico di Pian de’ Termini a Gavinana nel Comune di San Marcello Pistoiese, sarà aperto al pubblico, a partire dalle 21:30, con ingresso libero e gratuito, per assistere in diretta alla “cattura” di un asteroide potenzialmente pericoloso per la Terra.

Nel corso della serata verranno illustrati gli eventi catastrofici subiti in passato dal nostro pianeta, illustrando il reale pericolo d’impatto asteroidale.

Tra gli osservatori non professionali, quello montano vanta una tradizione storica nello studio dei corpi minori del sistema solare, che lo collocano al primo posto per numero di scoperte di asteroidi effettuate.

Un appuntamento da non perdere per gli appassionati di astronomia o per quanti voglio avvicinarsi ai misteri dello spazio profondo e conoscere da vicino una delle eccellenze della Montagna Pistoiese. Non tutte le località possono infatti vantare un Osservatorio con ben due telescopi.

Per maggiori informazioni:

[Marco Ferrari]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento