GAVINANA “A TUTTO ZAGOR”

La locandina
La locandina

GAVINANA-MONTAGNA. Gavinana-Darkwood e ritorno è il viaggio fumettistico e non solo compiuto da Moreno Burattini in 25 anni di carriera.

A Milano per lavoro presso la Bonelli Editore, gira il mondo con la fantasia e scrive le storie di Zagor Te-nay, eroe dei fumetti che lotta per la libertà e contro le ingiustizie, dall’ormai lontano 1991, ambientando le avventure in una immaginaria foresta di Darkwood, quasi Sherwood, dell’America settentrionale.

Molte sono le influenze fumettistiche e letterarie nelle storie scritte dal Burattini: uno Zagor, quasi Tarzan, con un abbigliamento a metà tra un pistolero del selvaggio West, con tanto di stivali in cuoio, cinturone e pistola, e un supereroe della Marwel vestito di pantaloni blu e maglietta rossa, che tanto fanno Superman, su cui campeggia un logo stile Batman. Un guerriero armato anche di Tomahawk, la scure di pietra degli indiani d’America, brandita come una divinità ed alzata contro tutti i soprusi.

Nelle storie di Zagor si trovano riferimenti a generi e romanzi che hanno fatto la storia della letteratura mondiale: si va dal Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes a La democrazia in America di Alexis de Tocqueville.

Un personaggio, quello di Zagor, ideato inizialmente da Sergio Bonelli nel 1961 con lo pseudonimo di Guido Nolitta, che calza alla perfezione con l’ecletticità e versatilità dello sceneggiatore gavinanese.

Zagor, Cico e Moreno Burattini
Zagor, Cico e Moreno Burattini

In realtà Moreno non si è mai allontanato troppo dalla sua Gavinana e più volte all’anno, soprattutto in estate, torna nel paese natìo, sui monti pistoiesi, cui offre gratuitamente, per le varie iniziative che vi si svolgono, la sua arte di “raccontatore” di fatti, personaggi e avvenimenti.

Quest’anno sarà accompagnato in “ferie” dal suo simbiotico eroe, e dal 25 luglio al 29 novembre, saranno i protagonisti della mostra di Palazzo Achilli dedicata al quarto di secolo di attività dell’autore “bonelliano”.

Cresciuto all’ombra del monumento dedicato a Francesco Ferrucci e con il mito del condottiero senza macchia né paura, l’autore fa ora incontrare il mondo della sua infanzia con quello della sua professione.

Bellissima la locandina della mostra Da Gavinana a Darkwood. La vita a fumetti di Moreno Burattini, ideata dallo stesso Moreno e realizzata dal disegnatore Walter Venturi, con Zagor che combatte fianco a fianco con Francesco Ferrucci, nell’atto di scagliarsi con veemenza contro una selva di lance e picche lanzichenecche, mentre sullo sfondo campeggia il vessillo dell’eroe cinquecentesco.

Il monumento a Francesco Ferrucci
Il monumento a Francesco Ferrucci

Per certi aspetti e richiami – e la locandina ne è un chiaro esempio – la mostra vuole anche essere un tributo a Ferruccio riprendendo idealmente, la tradizione in auge nel Risorgimento Italiano in cui la figura del condottiero fiorentino, assurto a sinonimo di difensore della libertà e dell’indipendenza, veniva onorato con un pellegrinaggio quasi religioso fatto da personalità di ogni levatura sociale.

Anche l’eroe dei due mondi Garibaldi nel 1867 (Vedi Quarrata/news, Il Monumento equestre a Francesco Ferrucci a 101 anni dalla realizzazione) salì a Gavinana per celebrare la memoria del condottiero. Mondi ed epoche diverse intrecciate le une con le altre, come nei fumetti di Burattini. Ora ad onorare Ferrucci arriva direttamente da Darkwood “lo spirito con la scure”.

Con una visione caleidoscopica, ancora una volta Moreno Burattini servendosi di frammenti di storia misti a fantasy, crea parallelismi narrativi ed eventi unici.

I folti castagneti di Gavinana, teatro di battaglia, nel 1530, tra le truppe imperiali di Carlo V e quelle della Repubblica Fiorentina capitanate dal Ferrucci, si tramuteranno nelle nere foreste Nordamericane di Darkwood dove per l’occasione si raduneranno i lettori zagoriani.

Tavole originali, albi, riviste, giornali e oggettistica varia saranno esposti nelle sale della sede dell’Ecomuseo della Montagna Pistoiese, dove sarà possibile scoprire l’affascinante mondo dei fumetti.

Palazzo Achilli
Palazzo Achilli

Ci sarà spazio però anche per le altre forme letterarie cui Moreno Burattini si è dedicato nel corso degli anni, quali il teatro e la poesia.

Da sempre cultore delle tradizioni e della storia locale del borgo ferrucciano, Moreno Burattini, organizza insieme all’Associazione Domenico Achilli, fin dalla prima edizione, la rassegna poetica “Sera di Gavinana”, giunta quest’anno alla quarta edizione: presenterà un libro da lui curato dedicato al poeta delle piccole cose Geri di Gavinana, un libro in cui è raccolta una selezione di inediti recentemente ritrovati (vedi E spuntano gli inediti del Poeta di Gavinana).

Scarica: depliant_interno_ridotto

Inaugurazione mostra

“Da Gavinana a Darkwood. La vita a fumetti di Moreno Burattini”

Sabato 25 luglio ore 18Palazzo Achilli, Piazzetta Achilli 7, Gavinana. Dal 25 luglio al 29 novembre 2015

Info e orari di apertura N. Verde 800 974102 – ecomuseo@provincia.pistoia.itwww.ecomuseopt.it. Luglio-agosto-settembre dal mercoledì alla domenica 10-12 e 16-19. Ottobre-novembre sabato e domenica 15-18

Altri appuntamenti Gavinanesi con Moreno Burattini

Lunedì 3 Agosto – Ore 17.30 piazza Francesco Ferrucci, presentazione double. Moreno Burattini presenta il libro di Alessandro Monti L’assedio di Firenze (1529 -1530); Alessandro Monti presenta il libro di Moreno Burattini Utili sputi di riflessione (vedi Siamo fatti della stessa sostanza delle tette)

Giovedì 6 Agosto – Ore 21.00 piazzetta Aiale, rassegna poetica “Sera di Gavinana” e presentazione del libro Poesie Ritrovate. Interverrà l’attore Bruno Santini (vedi E spuntano gli inediti del Poeta di Gavinana)

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “GAVINANA “A TUTTO ZAGOR”

Lascia un commento