gavinana. “IL BERSAGLIERE DEI MONTI”

Locandina

GAVINANA. Il bersagliere dei monti è la felice definizioni coniata da “La Nazione” molti anni fa per ricordare Armando Manzani., che a cavallo tra gli anni quaranta e cinquanta del secolo scorso dopo aver girato tutta la penisola italiana si dilettò a scalare le vette degli appennini e delle apuane con una bicicletta per la sua epoca, un pezzo di ferro con due ruote oggi.

Alla sua “moto” dava del “tu” chiamandola per nome: Wilma.

Nome di donna, come da donna era la sua bicicletta, senza la canna alta, con i freni a bacchetta e ammortizzata solo dalle braccia.

Si spostava di valle in valle, salendo e scendendo i sentieri di crinale in sella alla sua fedele compagna e con a tracollo la sua fisarmonica, per portare musica e allegria nelle varie feste e sagre paesane che si svolgevano fra questi monti.

Ieri, domenica 6 agosto, il biker d’altri tempi, antesignano e pioniere del ciclismo in mountain bike è stato ricordato in uno dei più suggestivi luoghi della Montagna Pistoiese: il Parco delle Stelle di Pian dei Termini a tre chilometri dal paese di Gavinana, dove sorge il locale l’Osservatorio Astronomico gestito dal Gamp.

Letterappeninica la rassegna letteraria giunta alla sua terza edizione gli ha dedicato un evento speciale dal titolo: “Pedali e crinali, una storia di amore antico”.

All’interno dell’osservatorio è stata allestita una mostra fotografica dove il giornalista Marco Pastonesi ha intrattenuto il pubblico presente. Non poteva ovviamente mancare una “sgambata” anche se breve, in bicicletta per gustare lo splendido panorama dell’Appennino.

Il forte legame tra il “pedalatore dei crinali” e le montagna è testimoniato anche dal rifugio a lui intitolato nei pressi del passo della Croce Arcana.

[Marco Ferrari]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento