gavinana. UNA FIABA SU FRANCESCO FERRUCCI

In preparazione il libro “A Gavinana accadde a Gavinana”, scritto da Giuliana Sansoni di Calamecca in collaborazione con Giorgio Fabbri e la Pro Loco di Gavinana

La bozza della copertina

GAVINANA. “C’era una volta”, inizia con il classico incipit delle favole dei bambini il racconto in preparazione su Francesco Ferrucci, l’eroe fiorentino morto nella battaglia di Gavinana del 3 agosto del1530.

La fiaba si intitola Accadde una volta a Gavinana. È scritta e illustrata da Giuliana Sansoni specializzata in racconti per i più piccini, in collaborazione con Giorgio Fabbri e la Pro Loco di Gavinana.

Sarà, dicono gli autori, il primo di una serie di racconti, in cui il protagonista, un nonno del paese narra le gesta del condottiero ad un mulo, per esercitarsi e poi raccontarle ai suoi nipotini.

La capanna dove riparò ferito il Ferrucci

Giuliana Sansoni è di Sorana, piccolo borgo della Svizzera Pesciatina da cui passò anche qui la storia che rese immortali le gesta del Ferruccio. Nella piazza, una lapide commemorativa in marmo del 1935, ricorda il tributo di sangue dato per la “gloria di Gavinana”, dagli abitanti di questo paese.

L’iscrizione rimanda ai fatti di guerra di oltre 500 anni fa, quando Francesco Ferrucci, comandante in campo dell’esercito della Repubblica Fiorentina, attraversò questa parte di appennino nel viaggio di avvicinamento che lo doveva condurre, passando da San Marcello e Gavinana – dove trovò la morte – a Montale e quindi a Firenze, per rompere l’assedio delle truppe imperiali di Carlo V, che da quasi un anno cingevano d’assedio la città gigliata.

Calamecca, qui passo l’ultima notte Ferruccio

Nella vasta bibliografia su Francesco Ferruccio, la battaglia di Gavinana e l’Assedio di Firenze, composta da: saggi e romanzi storici, raccolte di documenti e lettere, testi teatrali, poesie, tesi universitarie e perfino fumetti, con il “Ferruccio” presente presente perfino in una strofa dell’Inno d’Italia di Goffredo Mameli, mancava fino ad ora una favola.

La lacuna verrà presto colmata, non rimane che attendere la presentazione e l’uscita del libro.

Marco Ferrari
[
marcoferrari@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email