GENNAIO APRE LA NUOVA STAGIONE TEATRALE A LAMPORECCHIO

Teatro Lamporecchio piegh2016LAMPORECCHIO. Scalda i motori la stagione di prosa 2015/2016 organizzata e promossa al Teatro di Lamporecchio dall’amministrazione comunale in collaborazione con l’Associazione Teatrale Pistoiese, (recentemente riconosciuta dal Ministero dei Beni Culturali Centro di Produzione Teatrale), proponendo da gennaio ad aprile quattro spettacoli in abbonamento.

«Il Teatro Comunale di Lamporecchio si è distinto, nella ricca stagione scorsa, come luogo vivace e dinamico – commenta Monica Cetraro, assessore alla cultura del Comune di Lamporecchio – capace di accogliere spettacoli eterogenei con un programma denso di appuntamenti e vario nelle proposte offerte: dagli spettacoli organizzati in collaborazione con l’Associazione Teatrale Pistoiese a quelli amatoriali delle compagnie locali. La stagione 2015-16 offre come sempre numerose proposte, amatoriali e professionistiche. In particolare la stagione teatrale catalizzerà come sempre l’interesse e l’attesa di un vasto pubblico, che va ben oltre i confini comunali, caratterizzata dalla ricerca artistica che l’ha sempre contraddistinta».

Qualche volta scappano
Qualche volta scappano

“Nonostante i recenti cambiamenti istituzionali – aggiunge il Presidente Rodolfo Sacchettini – l’Associazione Teatrale Pistoiese continua l’importante lavoro sul territorio provinciale. La stagione di Lamporecchio è, infatti, l’esempio di questa felice collaborazione per la realizzazione di una stagione che ha molti spunti di interesse. Una stagione, che vede la presenza di due nostre produzioni e che miscela con equilibrio proposte più nuove a testi di repertorio, riletti sempre in un’ottica contemporanea e che si apre anche al dialogo tra musica e teatro”.

Inaugurazione, alla vigilia dell’Epifania (5 gennaio, alle 21) con uno spettacolo fresco di debutto, Qualche volta scappano, brillante testo francese di gran successo a Parigi, che riporta nel nostro teatro Pino Quartullo affiancato da Rosita Celentano, debuttante a teatro e da Attilio Fontana (già cantante dei “Ragazzi Italiani”, attore di tante fiction e vincitore della terza edizione di Tale e quale show).

In chiusura di stagione (26 aprile, alle 21), un altro volto popolarissimo, Rocco Papaleo che, tra cinema e tv, non smette di frequentare il teatro portando da sei anni in tournée il suo teatro-canzone, Una piccola impresa meridionale, scritto a quattro mani con Valter Lupo: al suo fianco una band di musicisti di razza.

Gli Omini (foto Gabriele Acerboni)
Gli Omini (foto Gabriele Acerboni)

Tra questi due spettacoli, due lavori prodotti dall’Associazione Teatrale Pistoiese: il primo (6 febbraio, alle 21) è Ci scusiamo per il disagio, l’ultimo spettacolo de Gli Omini, la giovane compagnia toscana under 35 (vincitrice del prestigioso Premio Rete Critica 2015 come Miglior Compagnia dell’anno) che crea i propri spettacoli dopo lunghi periodi di indagine, quasi ‘etnografica’ sui territori.

Per questo testo – che ha debuttato la scorsa estate al Deposito rotabili storici della stazione di Pistoia e che fa parte del “Progetto T”, percorso di recupero e valorizzazione dell’identità della storica linea Transappenninica Porrettana – l’indagine è stata svolta alla stazione di Pistoia (con oltre un mese di interviste sul campo); in scena ritroviamo, nello stile ironico caratteristico de Gli Omini, storie ed emozioni di un campionario di quella varia ‘umanità’ che abita la vita quotidiana delle stazioni ferroviarie delle nostre città.

Valentina Sperlì
Valentina Sperlì

Per celebrare la Festa della donna (11 marzo, alle 21) andrà in scena una nuova versione di Casa di bambola, il capolavoro del norvegese Henrik Ibsen, scritto nel 1879 (cavallo di battaglia delle più grandi attrici drammatiche) che, a buon titolo, è considerato il ‘prototipo’ della nuova concezione del ruolo della donna nella famiglia e nella società. A portare in scena questo lavoro di grande spessore è un gruppo di artisti che il pubblico del Teatro di Lamporecchio ha applaudito nelle stagioni passate con Il Vantone e con L’impresario delle Smirne: Valentina Sperlì, attrice sensibile e di grande temperamento nel ruolo della protagonista, affiancata da Danilo Nigrelli, Massimo Grigò e Roberto Valerio, che firma anche la regia.

Da segnalare, a fronte della conferma di prezzi di biglietti e abbonamenti (rimodulati al numero di 4 spettacoli), l’introduzione di una riduzione speciale riservata agli under 25.

Rocco Papaleo
Rocco Papaleo

Campagna abbonamenti dal 16 dicembre; fino al 18 i vecchi abbonati potranno confermare i propri posti, il 23 e il 29 dicembre la biglietteria sarà aperta per sottoscrivere i nuovi abbonamenti.

Da lunedì 4 gennaio al via la prevendita per tutti gli spettacoli della stagione.

La stagione di prosa del Teatro di Lamporecchio è realizzata anche grazie al sostegno di numerose aziende del territorio:

Sel Spa, Sensi Vini, Fabo Spa, Montalbano Agricola, Villa Rospigliosi, Coop Larciano, Termocontrol Srl, Bruno F.lli Costruzioni, Bianchini, Ancillotti Bus, Palandri e Belli, Tea Agricola, Clamas; Cir Food, Rinati Spa, Montechimica.

Al Teatro Comunale è in corso anche la frizzante stagione amatoriale (per il programma, consultare il sito del Comune di Lamporecchio o la sua pagina Facebook). Agli abbonati alla stagione di prosa 2015-16 sarà riservata una riduzione sul biglietto dello spettacolo Missione dar Paradiso della Compagnia I Malerba (30 gennaio) e Barcelona – The Album Tribute (27 febbraio) della compagnia Ananche.

Scarica:

[marchiani – atp]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento